16 Ottobre 1943 La Razzia

Author: Aa.Vv.
Editor: Gangemi Editore spa
ISBN: 8849290667
Size: 15,93 MB
Format: PDF, ePub, Docs
Read: 568
Download

Catalogo della mostra presso la Casina dei Vallati, Roma Venne il 16 ottobre e scappassimo tutti. Fu un macello. Raimondo Di Neris 16 ottobre 1943: una data impressa nella memoria, uno degli avvenimenti più drammatici della storia della città di Roma, dell’Italia e del mondo intero. Questa data, nella quale più di mille ebrei residenti a Roma subirono il rastrellamento da parte di unità tedesche, viene ricordata con una mostra che riporta proprio questa data: “16 ottobre 1943. La razzia. Nella stessa collana: 1938 LEGGI RAZZIALI. Una tragedia italiana AUSCHWITZ – BIRKENAU. A 65 anni dalla Liberazione I GHETTI NAZISTI 16 OTTOBRE 1943. La razzia degli ebrei di Roma LA LIBERAZIONE DEI CAMPI NAZISTI

October 16 1943

Author: Giacomo DeBenedetti
Editor:
ISBN:
Size: 15,99 MB
Format: PDF, Kindle
Read: 285
Download

For more than fifty years, Giacomo Debenedetti's October 16, 1943 has been considered one of the best and most accurate accounts of the shockingly brief and efficient roundup of more than one thousand Roman Jews from the oldest Jewish community in Europe for the gas chambers of Auschwitz. Completed a year after the event, Debenedetti's intimate details and vivid glimpses into the lives of the victims are especially poignant because Debenedetti himself was there to witness the event, which forced him and his entire family into hiding.Eight Jews, the companion piece to October 16, 1943, was written in response to testimony about the Ardeatine Cave Massacres of March 24, 1944. In this essay, Debenedetti offers insights into that grisly horror and into assumptions about racial equality. Both of these stunning works are appearing together, along with Alberto Moravia's preface to Debenedetti's October 16, 1943, for the first time in an American translation. October 16, 1943/Eight Jews gives Americanreaders a first glimpse into the extraordinary mind of the man who was Italy's foremost critic of twentieth-century literature.In addition to probing the deeper, haunting questions of the Holocaust, Debenedetti briefly describes the seizure of the Roman Jewish community's library of early manuscripts and incunables, the most valuable Jewish library in all of Italy. Following the roundup, this library was never seen again. Award-winning translator Estelle Gilson offers an additional essay on the history of the library and modern-day attempts to locate it.October 16, 1943/Eight Jews is a moving work that will continue to challenge readers long after they have closed its pages.

16 Ottobre 1943

Author: Fausto Coen
Editor: Editrice La Giuntina
ISBN: 9788885943858
Size: 14,77 MB
Format: PDF, ePub, Mobi
Read: 943
Download


16 Ottobre 1943

Author: Aa.Vv.
Editor: Gangemi Editore Spa
ISBN: 8849277334
Size: 20,67 MB
Format: PDF, Mobi
Read: 515
Download

Nel 2013 ricorre il settantesimo anniversario del 16 ottobre 1943, data del più grande rastrellamento degli ebrei in Italia. Questo è un giorno di focale importanza per la memoria collettiva della città di Roma, che lo commemora con fiaccolate, convegni, manifestazioni varie. Oggi viene descritto per la prima volta in una mostra che racconta i drammatici eventi di quei giorni, con un impatto visivo capace di segnare la memoria della collettività tutta. Un’esposizione che si concentra sulla sorte degli ebrei della capitale, vittime della politica di sterminio nazista, ma che si rivolge a tutti gli italiani, perché si tratta della loro storia. I nomi delle 1022 vittime della retata introducono il percorso espositivo. Si comincia con una panoramica della storia della comunità ebraica romana, dalle origini fino al 1943, toccando il periodo dell’emancipazione, quando gli ebrei credevano di essere definitivamente diventati parte integrante della società in cui vivevano, quello della Prima guerra mondiale, quando erano orgogliosi del loro essere italiani, dimostrandolo col sangue, per poi affrontare l’infamia delle cosiddette “Leggi razziali”, che hanno bruciato ogni illusione di una definitiva integrazione. Si arriva poi all’occupazione tedesca, dopo la caduta di Mussolini e l’annuncio dell’armistizio, dal ricatto dei 50 chili d’oro pretesi dai nazisti al furto dei libri e delle liste dei contribuenti presso gli uffici della Comunità ebraica. Si entra quindi nello specifico della razzia, con nuovi documenti recuperati, con i disegni originali di Aldo Gay (pittore ebreo romano che, scampato all’arresto, realizza sul posto straordinarie immagini a carboncino della razzia), con i racconti dei testimoni, con la visualizzazione degli arresti con una mappa interattiva della città. Per la prima volta viene analizzata la retata anche con l’aiuto delle testimonianze di chi l’ha eseguita, da Kappler ai componenti delle squadre d’arresto, con rarissime immagini inedite di alcuni di loro. Ma la narrazione mette al centro il punto di vista delle vittime, attraverso le loro storie, racconti, documenti originali, volti. Il visitatore può seguirne le vicende, dall’arresto, all’interno del Collegio Militare, alla partenza dalla stazione Tiburtina nei vagoni piombati, all’arrivo a Birkenau, dove sono sottoposti alla disumana procedura della cosiddetta “selezione iniziale” in cui i nazisti decidono di ucciderne la quasi totalità nelle camere a gas, inserendo nel campo solo 149 uomini e 47 donne. Uno sguardo particolare è rivolto all’atteggiamento del mondo esterno di fronte agli arresti: da quello del Vaticano, a quello della popolazione italiana, fino alle notizie giunte agli Alleati. Si prosegue con l’analisi del tentativo degli ebrei sfuggiti alla cattura il 16 ottobre di mettersi in salvo attraverso fughe e nascondigli, aiutati dalla popolazione non ebraica e da istituti religiosi o con l’aiuto di proprie organizzazioni, come la Delasem (Delegazione per l’Assistenza degli Emigranti Ebrei). Ci si sofferma infine sulla dolorosa ricerca dei dispersi, sulle biografie dei sedici sopravvissuti e il loro traumatico ritorno alla vita. L’esposizione chiude con le commoventi immagini di chi non è tornato. Ricorderanno a tutti l’incolmabile vuoto che queste persone hanno lasciato. Marcello Pezzetti Direttore scientifico della Fondazione Museo della Shoah

16 Ottobre 1943

Author: Giacomo Debenedetti
Editor:
ISBN: 9788806225728
Size: 14,66 MB
Format: PDF, Kindle
Read: 441
Download


Opere 16 Ottobre 1943 Otto Ebrei

Author: Giacomo Debenedetti
Editor:
ISBN:
Size: 16,53 MB
Format: PDF, ePub, Mobi
Read: 278
Download


Narrative And Imperative

Author: Risa B. Sodi
Editor: Peter Lang
ISBN: 9780820488721
Size: 11,60 MB
Format: PDF, ePub
Read: 533
Download

"Narrative & Imperative" is the first book in English on Italian Holocaust writing as a whole. Risa Sodi explores the work of eight representative authors, including the internationally famous (Primo Levi, Giorgio Bassani, and Elsa Morante) and the lesser known (Giacomo Debenedetti, Paolo Maurensig, Liana Millu, Bruno Piazza, and Giuliana Tedeschi). She examines issues of genre, language, gender, and facticity while situating the works studied within the fields of European and Holocaust letters. A brief history of the Italian Jews - the oldest Jewish community in Europe - opens the book, and the conclusion brings the study up to recent times.

Roma 16 Ottobre 1943

Author: Silvia Haia Antonucci
Editor: Guerini e Associati
ISBN:
Size: 18,99 MB
Format: PDF
Read: 791
Download


L Interprete Di Auschwitz

Author: Gabriele Rigano
Editor: Edizioni Guerini e Associati
ISBN: 8881951924
Size: 14,39 MB
Format: PDF, Mobi
Read: 857
Download


16 Ottobre 1943

Author: Martin Baumeister
Editor: Ricerche Dell'istituto Storico
ISBN: 9788867285037
Size: 17,12 MB
Format: PDF, ePub, Mobi
Read: 767
Download

La razzia del 16 ottobre 1943 rappresenta - non solo in riferimento alla Shoah - una delle pagine più dolorose, forse la più dolorosa della storia di Roma nel XX secolo. Un avvenimento svoltosi non solo sotto le finestre del papa, ma anche nelle strade e nei palazzi di tutta la città, e che ha coinvolto, oltre la Comunità ebraica, la gran parte degli abitanti. Un avvenimento così traumatico da lasciare tracce profonde. Già dalla liberazione di Roma, infatti, si scatenarono polemiche sul ruolo del Vaticano, dei dirigenti della Comunità ebraica, della polizia italiana e della società italiana in generale di fronte all'accaduto e alla Shoah. L'enormità dell'avvenimento, la tragicità delle sue conseguenze hanno quindi perseguitato la coscienza e la memoria collettiva della città fino ai nostri giorni. Gli autori di questo volume hanno affrontato l'argomento sia dal punto di vista della ricostruzione storiografica, inserendolo nel quadro più generale della Shoah in Europa, sia dal punto di vista dell'elaborazione del lutto, con contributi che ripercorrono il difficile cammino della memoria.