Amabili Resti

Autore: Alice Sebold
Editore: E/O Edizioni
ISBN: 8866321494
Grandezza: 11,25 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 2436
Scaricare Leggi Online

«Mi chiamavo Salmon, come il pesce. Nome di battesimo: Susie. Avevo quattordici anni quando fui uccisa, il 6 dicembre del 1973» «Sebold ci ha dato un romanzo di grande autorità, fascino e coraggio. È una scrittrice unica». Jonathan Franzen Da questo romanzo è stato tratto l’omonimo film di Peter Jackson Susie, quattordicenne, è stata assassinata da un serial killer che abita a due passi da casa. È stata adescata da quest’uomo dall’aria perbene, che la stupra, poi fa a pezzi il cadavere e nasconde i resti in cantina. Il racconto è affidato alla voce di Susie, che dopo la morte narra dal suo cielo la vicenda con inedito effetto straniante. Il libro procede avvincente come un giallo: vogliamo sapere chi l’ha uccisa, cosa fa l’assassino, come avanzano le indagini, come reagisce la famiglia. Ed è Susie che ci racconta tutto questo, aumentando così la nostra partecipazione emotiva. Lei “fa il tifo” per suo padre quando, opponendosi alla svolta che hanno preso le indagini della polizia, capisce chi è il vero assassino e, pur non avendo le prove, cerca d’incastrarlo. Amabili resti è un romanzo che ci commuove senza mai indulgere a sentimentalismi. Le vite dei genitori, dei fratelli e degli amici di Susie, spezzate dalla sua tragica scomparsa, vengono raccontate con lo spirito allegro e senza compromessi dell’adolescenza. E Susie aiuterà tutti, i lettori per primi, a riconciliarsi con il dolore del mondo. Con oltre dieci milioni di copie vendute nel mondo, Amabili resti è uno dei maggiori successi editoriali degli ultimi anni. Il regista Peter Jackson, Premio Oscar nel 2004 per Il Signore degli Anelli, ne ha tratto un film.

Alice Attraverso Lo Schermo Da Poe A Carroll Viaggio Nella Letteratura Fantasy Nel Cinema

Autore: Cristina Canfora
Editore: Sovera Edizioni
ISBN: 9788881249046
Grandezza: 41,59 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 914
Scaricare Leggi Online


L Espresso

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 34,63 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 2972
Scaricare Leggi Online


Panorama

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 35,57 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 1078
Scaricare Leggi Online


Letture

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 38,68 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 6485
Scaricare Leggi Online


Nuovo Cinema Mancuso

Autore: Mariarosa Mancuso
Editore: Bur
ISBN: 8858628047
Grandezza: 62,64 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 4440
Scaricare Leggi Online

La cosa che amo di più delle sue recensioni è quel suo torbido insistere sulla piega dei pantaloni dei protagonisti del cinema italiano, che particolarmente detesta. — Piera Detassis

Dormono Sulla Collina

Autore: Giacomo Di Girolamo
Editore: Il Saggiatore
ISBN: 886576385X
Grandezza: 75,59 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 8972
Scaricare Leggi Online

Questo libro si pone un obiettivo smisurato: il nostro paese raccontato da chi dorme, e sempre dormirà, sulla collina. Siamo di fronte alla Spoon River d’Italia. Il paese lo raccontano loro: gli uomini che sono passati di qui, quelli che hanno fatto la storia oppure che l’hanno subita. Gli uomini che tutto sapevano e nulla rivelarono. Gli uomini che nulla sapevano e tutto rivelarono. Uomini magniloquenti, uomini magnifici, uomini miserabili. Uomini piccoli e piccoli uomini. Volti imperiosi e notissimi, volti arcaici, che hanno fatto un qualche frammento di storia, anche se nessuno lo sa. Sono le loro voci a fare la storia. Dov’è Pino Pinelli, l’uomo che non voleva volare? Dov’è il poeta, Giuseppe Ungaretti? S’illumina ancora di immenso? Dove sono Anna Magnani, quelli di Piazza della Loggia, le vittime del terremoto dell’Aquila? Dove il piccolo Samuele di Cogne, dove Marco Pantani, dove Giulio Andreotti? Il generale Dalla Chiesa? Dormono, dormono sulla collina. E non solo loro. Programmi televisivi, bombe che esplodono, decreti legge. Anche gli oggetti. Gli oggetti sono così silenziosi, ma sanno tutto di noi, e fanno la storia. Anche loro: dormono sulla collina. Non è infatti un caso che la prima «voce» di questo coro non sia umana: a parlare è la Bomba di Piazza Fontana. È uno degli innumerevoli inizi italiani e a cantarlo è un ordigno capace di segnare l’immaginario di quell’Italia che possiamo in modo equivocodefinire «contemporanea»: là dove accade sempre tutto in contemporanea. Anni plumbei, anni mirabili, anni di schermi televisivi accesi e di fari spenti nella notte, anni di pop e di partiti popolari, con le inevitabili afferenze di mafie, logge, piovre, rivoluzioni mancate, riforme promesse e promesse rimandate, cronache nere e cronache rosa, un partigiano come presidente e presidenti campioni di partigianeria. Si potrebbe andare avanti all’infinito, iniziando dal 1969 e arrivando a oggi. Leggere questo libro significa immergersi in un oceano di voci, di storie molto note e di storie dimenticatissime. Come Edgar Lee Masters, ma non in versi, Giacomo Di Girolamo scrive un’opera mastodontica, tragica e poetica, lirica e comica, ottimista e disperata, destinata a essere un classico.

Mi Stupisco Di

Autore: Leandro Mancino
Editore: Leandro Mancino
ISBN:
Grandezza: 18,38 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 7800
Scaricare Leggi Online

“Mi stupisco di” è un passo incerto in un mondo nuovo, è il profumo di umido quando entri in un bosco: vai a caccia di funghi e trovi raggi di sole e vita che cresce sotto foglie cadute. E’ un passo, questo, che cerca terra solida che fatico a trovare, o meglio, fatico a vedere. “Mi stupisco di” è la voglia di togliere una benda dagli occhi e dirsi, con semplice onestà, che ci si può stupire ancora se lo si accetta, se lo si vuole, se lo si accetta.