Anabasi Elleniche

Autore: Senofonte
Editore: Newton Compton Editori
ISBN: 8854138959
Grandezza: 76,14 MB
Formato: PDF
Vista: 2052
Scaricare Leggi Online

Introduzione di Domenico MustiPremesse, traduzioni e note di Umberto Bultrighini e Manuela MariEdizioni integraliL’Anabasi, l’opera di Senofonte forse più letta, racconta in sette libri le vicende che precedettero e seguirono la disastrosa battaglia di Cunassa in cui, nonostante la vittoria, Ciro rimase ucciso lasciando i diecimila mercenari greci che avevano combattuto per lui disorientati, circondati da nemici in una terra sconosciuta. Fu Senofonte a guidarli, tra mille difficoltà, fino alle coste del Mar Nero e quindi in patria, rendendosi protagonista e narratore della più famosa “ritirata” della storia.Divise in tre parti e articolate in sette libri, le Elleniche ricostruiscono la storia della Grecia dalla fase finale della guerra del Peloponneso (411) alla battaglia di Mantinea (362). I primi due libri si riallacciano alle Storie di Tucidide, ma la parte principale dell’opera è nei due libri centrali (III e IV). La semplicità e l’efficacia dello stile di Senofonte hanno reso queste due opere tra le più amate dell’antichità.«Il giorno dopo scoppiò una violenta tempesta, ma era necessario marciare: i viveri, infatti, non erano sufficienti. E guidava la marcia Chirisofo, mentre Senofonte stava in retroguardia. E i nemici attaccavano con vigore e, venendo vicini perché i luoghi erano stretti, colpivano con gli archi e le fionde, sicché i Greci erano costretti a marciare lentamente, inseguendo e di nuovo retrocedendo; di frequente Senofonte ordinava di fermarsi, quando i nemici incalzavano con vigore.»Senofontenacque in Attica, a Erchia, tra il 430 e il 425. Fu discepolo di Socrate e, finita la guerra del Peloponneso, si trasferì in Asia Minore. Dopo la spedizione dei Diecimila mercenari greci ingaggiati da Ciro il giovane per combattere il fratello Artaserse, fu bandito da Atene; visse in Elide e a Corinto. Secondo alcuni morì, nel 355 circa, ad Atene.

Storici Greci

Autore: Erodoto
Editore: Newton Compton Editori
ISBN: 8854155241
Grandezza: 33,97 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 2666
Scaricare Leggi Online

Storie • La guerra del Peloponneso • Elleniche • Anabasi • Ciropedia A cura di L. Rossetti; U. Bultrighini e M. Mari; L. SantarelliIntroduzioni di L. Canfora, D. Musti, L. Rossetti Edizioni integraliErodoto, prima che un grande storiografo, fu un grande viaggiatore: a lungo girovagò, forse a causa del suo mestiere di mercante, attraverso la Persia, lungo il corso del Nilo, fino ai deserti dell’Arabia e oltre il Mar Nero. Di tutto quello che vedeva era curioso e voleva conoscere ambiente, usi, costumi, leggi dei popoli strani e diversi che frequentava. Per questo arricchì le Storie dei conflitti tra Greci e “barbari” con descrizioni, favole e leggende, e per questo i suoi racconti dal fascino intramontabile ebbero tanto successo nell’Atene degli anni di Pericle, così ricettiva e avida di conoscenze. A Tucidide, invece, niente interessa di più della verità dei fatti, raccontati solo dopo averne esaminato e confrontato tutte le possibili fonti e versioni. Perciò La guerra del Peloponneso può essere considerata la prima opera di storiografia moderna, soprattutto per la parte riguardante quella fase che l’autore visse in prima persona. Il suo linguaggio scarno e preciso raggiunge in alcuni brani vertici involontariamente poetici, come nella famosa descrizione della peste di Atene del 430, la cui eco ritroviamo nel corso dei secoli nell’opera di Lucrezio e addirittura in Manzoni. Considerato il continuatore di Tucidide, Senofonte nelle Elleniche bene esprime la “sofferenza” e l’esasperazione delle popolazioni greche sottoposte alla politica imperialista di Atene nel V secolo. Filospartano, come traspare dalle pagine dedicate alla monarchia ideale della Ciropedia, prese parte alla spedizione in Persia dei Diecimila, i mercenari greci assoldati da Ciro il giovane. Il racconto della ritirata dei Greci, che reca il titolo di Anabasi, porta Senofonte oltre le soglie del suo tempo: «Mare! Mare!», il grido dei soldati allo sbando che increduli, dopo mesi di marce forzate, patimenti e pericoli, vedono comparire all’improvviso quel baluginio così familiare e rassicurante, esprime il fascino di un’opera che sorprende sempre per la ricchezza e la complessità delle sue cento sfumature.Erodotonacque ad Alicarnasso, nell’Asia Minore, all’incirca nel 485 a.C. Dopo innumerevoli viaggi si stabilì ad Atene, ma morì a Turii, colonia della Magna Grecia, nel 425 a.C.Senofontenacque in Attica, a Erchia, tra il 430 e il 425. Fu discepolo di Socrate e, finita la guerra del Peloponneso, si trasferì in Asia Minore. Dopo la spedizione dei Diecimila mercenari greci ingaggiati da Ciro il giovane per combattere il fratello Artaserse, fu bandito da Atene; visse in Elide e a Corinto. Secondo alcuni morì, nel 355 circa, ad Atene.Tucididenacque ad Atene non più tardi del 454 a.C. Durante la guerra contro Sparta rivestì importanti incarichi militari, ma dal 424 al 404 dovette scontare un esilio nel Peloponneso. Morì dopo il 397 a.C.

Agesilaus

Autore: Xenophon
Editore: ReadHowYouWant.com
ISBN: 1442939923
Grandezza: 72,35 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 5092
Scaricare Leggi Online


The De Monarchia

Autore: MR Dante Alighieri
Editore: Andesite Press
ISBN: 9781297858871
Grandezza: 73,56 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 3370
Scaricare Leggi Online

This work has been selected by scholars as being culturally important, and is part of the knowledge base of civilization as we know it. This work was reproduced from the original artifact, and remains as true to the original work as possible. Therefore, you will see the original copyright references, library stamps (as most of these works have been housed in our most important libraries around the world), and other notations in the work. This work is in the public domain in the United States of America, and possibly other nations. Within the United States, you may freely copy and distribute this work, as no entity (individual or corporate) has a copyright on the body of the work.As a reproduction of a historical artifact, this work may contain missing or blurred pages, poor pictures, errant marks, etc. Scholars believe, and we concur, that this work is important enough to be preserved, reproduced, and made generally available to the public. We appreciate your support of the preservation process, and thank you for being an important part of keeping this knowledge alive and relevant.

Ideas Of Good And Evil

Autore: W. B. Yeats
Editore: 谷月社
ISBN:
Grandezza: 79,20 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 576
Scaricare Leggi Online

WHAT IS ‘POPULAR POETRY’? I think it was a Young Ireland Society that set my mind running on ‘popular poetry.’ We used to discuss everything that was known to us about Ireland, and especially Irish literature and Irish history. We had no Gaelic, but paid great honour to the Irish poets who wrote in English, and quoted them in our speeches. I could have told you at that time the dates of the birth and death, and quoted the chief poems, of men whose names you have not heard, and perhaps of some whose names I have forgotten. I knew in my heart that the most of them wrote badly, and yet such romance clung about them, such a desire for Irish poetry was in all our minds, that I kept on saying, not only to others but to myself, that most of them wrote well, or all but well. I had read Shelley and Spenser and had tried to mix their styles together in a pastoral play which I have not come to dislike much, and yet I do not think Shelley or Spenser ever moved me as did these poets. I thought one day—I can remember the very day when I thought it—‘If somebody could make a style which would not be an English style and yet would be musical and full of colour, many others would catch fire from him, and we would have a really great school of ballad poetry in Ireland. If these poets, who have never ceased to fill the newspapers and the ballad-books with their verses, had a good tradition they would write beautifully and move everybody as they move me.’ Then a little later on I thought, ‘If they had something else to write about besides political opinions, if more of them would write about the beliefs of the people like Allingham, or about old legends like Ferguson, they would find it easier to get a style.’ Then, with a deliberateness that still surprises me, for in my heart of hearts I have never been quite certain that one should be more than an artist, that even patriotism is more than an impure desire in an artist, I set to work to find a style and things to write about that the ballad writers might be the better.

Yeats The Initiate

Autore: Kathleen Raine
Editore: Rowman & Littlefield
ISBN: 9780389209515
Grandezza: 39,17 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 7643
Scaricare Leggi Online

The eminent poet and scholar Kathleen Raine, leading exponent of the learning of the imagination, brings together all her essays on Yeats (some never before printed) covering many aspects of the traditions and influences that informed his great poetry. In saluting Raine's magnificent achievement in this rich and learned book, Professor Augustine Martin of University College Dublin states that she irradiates [Yeats] and every corner of his work. Her unique and unanswerable contribution to Yeatsian criticism is to establish his authority as an immensely learned poet and thinker in the tradition of Plato and the Eternal Philosophy. Contains over 140 illustrations.

True And Invisible Rosicrucian Order

Autore: Paul Foster Case
Editore: Weiser Books
ISBN: 9780877287094
Grandezza: 58,33 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 3623
Scaricare Leggi Online

Paul Foster Case founded the Builders of the Adytum (the BOTA), a mystery school that still teaches students from all parts of the world. In this wound-breaking book, he presents a careful interpretation of the principal Rosicrucian manifestoes -- the Fama Fraternitatis and the Confessio Fraternitatis.

The Oxford Handbook Of Presocratic Philosophy

Autore: Patricia Curd
Editore: OUP USA
ISBN: 0195146875
Grandezza: 69,90 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 597
Scaricare Leggi Online

This handbook brings together leading international scholars to study the diverse figures, movements, and approaches that constitute presocratic philosophy. The study presents interpretations and evaluations of the Presocratics' accomplishments, from Thales to the sophists and from theology to science.