Fotografia E Storia Dell Africa

Autore: Institut national des langues et civilisations orientales
Editore:
ISBN:
Grandezza: 24,14 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 9846
Scaricare Leggi Online


Italy S Margins

Autore: David Forgacs
Editore: Cambridge University Press
ISBN: 1107052173
Grandezza: 54,71 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 2838
Scaricare Leggi Online

Five case studies show how different people and places were marginalized and socially excluded as the Italian nation-state was formed.

Memories And Silences Haunted By Fascism

Autore: Daniela Baratieri
Editore: Peter Lang
ISBN: 9783039118021
Grandezza: 44,54 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 9053
Scaricare Leggi Online

Fascist and colonial legacies have been determinant in shaping how Italian colonialism has been narrated in Italy till the late 1960s. This book deals with the complex problem of public memory and discursive amnesia. The detailed research that underpins this book makes it no longer possible to claim that after 1945 there was an absolute and traumatic silence concerning Italy's colonial occupation of North and East Africa. However, the abiding public use of this history confirms the existence of an extremely selective and codified memory of that past. The author shows that colonial discourse persisted in historiography, newspapers, newsreels and film. Popular culture appears intertwined with political and economic interests and the power inscribed in elite and scientific knowledge. While readdressing the often mistaken historical time line that ignores that actual Italian colonial ties did not end with the fall of Fascism, but in 1960 with Somalia becoming independent, this book suggests that a new post Fascist Italian identity was the crucial issue in reappraisals of a national colonial past.

African Heritage And Memories Of Slavery In Brazil And The South Atlantic World

Autore: Ana Lucia Araujo
Editore: Cambria Press
ISBN: 1621967433
Grandezza: 72,30 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 1261
Scaricare Leggi Online

This book explores the history of African tangible and intangible heritages and its links with the public memory of slavery in Brazil and Angola. The two countries are deeply connected, given how most enslaved Africans, forcibly brought to Brazil during the era of the Atlantic slave trade, were from West Central Africa. Brazil imported the largest number of enslaved Africans during the Atlantic slave trade and was the last country in the western hemisphere to abolish slavery in 1888. Today, other than Nigeria, the largest population of African descent is in Brazil. Yet it was only in the last twenty years that Brazil's African heritage and its slave past have gained greater visibility. Prior to this, Brazil's African heritage and its slave past were completely neglected. This is the first book in English to focus on African heritage and public memory of slavery in Brazil and Angola. This interdisciplinary study examines visual images, dance, music, oral accounts, museum exhibitions, artifacts, monuments, festivals, and others forms of commemoration to illuminate the social and cultural dynamics that over the last twenty years have propelled--or prevented--the visibility of African heritage (and its Atlantic slave trade legacy) in the South Atlantic region. The book makes a very important contribution to the understanding of the place of African heritage and slavery in the official history and public memory of Brazil and Angola, topics that remain understudied. The study's focus on the South Atlantic world, a zone which is sparsely covered in the scholarly corpus on Atlantic history, will further research on other post-slave societies. African Heritage and Memories of Slavery in Brazil and the South Atlantic World is an important book for African studies and Latin American studies. It is especially valuable for African Diaspora studies, African history, Atlantic history, history of Brazil, history of slavery, and Caribbean history.

Visualizing Africa In Nineteenth Century British Travel Accounts

Autore: Leila Koivunen
Editore: Routledge
ISBN: 1135856117
Grandezza: 53,76 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 4328
Scaricare Leggi Online

This study examines and explains how British explorers visualized the African interior in the latter part of the nineteenth century, providing the first sustained analysis of the process by which this visual material was transformed into the illustrations in popular travel books. At that time, central Africa was, effectively, a blank canvas for Europeans, unknown and devoid of visual representations. While previous works have concentrated on exploring the stereotyped nature of printed imagery of Africa, this study examines the actual production process of images and the books in which they were published in order to demonstrate how, why, and by whom the images were manipulated. Thus, the main focus of the work is not on the aesthetic value of pictures, but in the activities, interaction, and situations that gave birth to them in both Africa and Europe.

Sguardi Sull Altrove

Autore: Maria Francesca Piredda
Editore: ArchetipoLibri
ISBN: 886633054X
Grandezza: 58,22 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 4324
Scaricare Leggi Online

La produzione cinematografica degli Istituti missionari italiani rappresenta un tema ancora scarsamente esplorato sia dalla storia del cinema sia dall’antropologia visuale. È innegabile, infatti, come parlare di missioni significhi parlare dell’incontro tra culture differenti e come l’occhio della macchina da presa, ponendosi al servizio dei missionari sin dal primo decennio del XX secolo, ne abbia tradotto in immagini i sentimenti verso l’Altrove. Alla luce di un dibattito piuttosto controverso rispetto alle caratteristiche e agli oggetti di studio dell’antropologia visuale, il volume intende rispondere e verificare come e perché il cinema missionario possa dirsi “etnografico” e quale contributo possa fornire all’antropologia e alla storia del cinema. Attraverso studi di casi particolarmente significativi, l’attenzione si sofferma sull’analisi degli oggetti della rappresentazione, sulle modalità di costruzione del racconto (sia nel film di finzione sia nel documentario) e sui valori veicolati attraverso le immagini in movimento.

Storia Dell Ingegneria Strutturale In Italia Sixxi 2

Autore: Eliana Alessandrelli
Editore: Gangemi Editore Spa
ISBN: 884928036X
Grandezza: 16,55 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 2460
Scaricare Leggi Online

La ricerca Sixxi (Twentieth Century Structural Engineering: the Italian Contribution) ha lo scopo di ricostruire la storia dell'ingegneria strutturale in italia. una storia avvincente, a tratti gloriosa, e comunque singolare. una storia, inopinatamente, dimenticata. Nei volumi di questa serie intendiamo raccontare la vicenda, così come la veniamo man mano riscoprendo. le indagini restituiscono alcuni episodi della storia, recuperati con studi trasversali su territori largamente inesplorati. in appendice, un fotoromanzo a puntate (invenzione italiana) illustra in breve la sequenza complessiva degli eventi e delle opere principali e ripropone l'universo figurativo scomparso dell’ingegneria moderna. SIXXI 2 – TULLIA IORI e SERGIO PORETTI, Il linguaggio delle strutture – ILARIA GIANNETTI, Fotogenia della struttura. In posa con il ponte – ILARIA PALAZZI, Proiezioni di strutture. Luigi Cremona e la statica grafica nelle scuole d’ingegneria italiane – ELIANA ALESSANDRELLI, Distorsioni sistematiche. I ponti “truccati” di Eugenio Miozzi – ILARIA GIANNETTI, Cemento “armato”. Strutture per la conquista dell’Impero – GIANLUCA CAPURSO e FRANCESCA MARTIRE, “Buongiorno, signori. Io sono un elaboratore ELEA 9000”. Calcolo automatico e progettazione strutturale – TULLIA IORI e SERGIO PORETTI, Fotoromanzo SIXXI -3. La sperimentazione autarchica, 4. La Ricostruzione.

Restituiamo La Storia Atlante Geostorico Di Rodi

Autore: Aa.Vv.
Editore: Gangemi Editore spa
ISBN: 8849294336
Grandezza: 66,10 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 258
Scaricare Leggi Online

L’Atlante si interroga sulla geografia del colonialismo italiano nell’isola di Rodi, tra il 1912 e il 1947. La ragione di questa scelta risiede nell’attenzione ancora esigua riservata alla ricostruzione storica e all’interpretazione teorico-metodologica dei processi territoriali nelle «Isole Italiane dell’Egeo». In realtà oggi, l’analisi delle dissimmetrie non può fare a meno di riconoscere la centralità del territorio, in quanto entità mediatrice nei rapporti tra società diverse e in quanto condizione spesso essenziale per il dispiegamento di strategie e per il conseguimento di obiettivi socialmente rilevanti. Ma soprattutto, le ragioni di questo studio risiedono nelle modalità con cui si è costruito e strutturato il territorio coloniale in Egeo, modalità che consentono di sperimentare una lettura capace di spezzare l’idea dell’attore italiano come soggetto unico avente un ruolo storico attivo e di una società basica passiva e sostanzialmente unitaria. La territorializzazione egea mette in evidenza il ruolo territoriale dei soggetti locali e la loro diversa capacità/possibilità di disegnare, di fronte all’egemonia dei colonizzatori, portatori di una razionalità esogena, una geografia della risposta che deriva dall’interazione costante tra tradizione e apporto esterno, tra libera scelta e obbligo, tra chiusura identitaria e apertura esterna. Il volume è a cura di Marcella Arca Petrucci con testi di: Virginia Aloi, Anna Maria Boccafurni, Laura Cassi, Michele Castelnovi, Claudio Cerreti, Arturo Gallia, Carla Masetti, Catia Papa, Valeria Santini.

Aft

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 56,76 MB
Formato: PDF
Vista: 522
Scaricare Leggi Online


Restituiamo La Storia Dagli Archivi Ai Territori

Autore: Lucio Carbonara
Editore: Gangemi Editore spa
ISBN: 8849295146
Grandezza: 56,83 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 162
Scaricare Leggi Online

Nell'ambito dell'ampio orizzonte culturale di “Restituiamo la Storia”, questo volume è mirato a una mappatura del contributo italiano alla storia dell'architettura, delle città e dei territori, con un particolare approfondimento sulle vicende dell'Albania nel periodo 1925-1945. Ciò a partire dalla ricognizione, ancora mai compiuta in modo sistematico, e dalla conseguente sistematizzazione e catalogazione delle fonti documentarie depositate presso archivi pubblici e privati, anche poco conosciuti e nascosti, e con l'obiettivo di contribuire alla costituzione di un Archivio multimediale sulle aree geografiche delle ex colonie. L'Archivio potrà essere una finestra sul contributo italiano alla pianificazione territoriale e urbanistica, alla progettazione urbana e architettonica in quei paesi. La finalità che anima il lavoro, in sintesi, è quella di avviare un percorso di condivisione e messa a disposizione di un patrimonio di conoscenze attualmente disperso e frammentato e quindi di difficile reperimento e comprensione nella sua totalità, utile a ricostruire sia la storia dell'urbanistica e dell'architettura italiane di quasi mezzo secolo, sia quella degli stessi Paesi d'oltremare, ai quali questa storia va appunto restituita.