Jolanda La Figlia Del Corsaro Nero

Autore: Emilio Salgari
Editore: E-text
ISBN: 8897313094
Grandezza: 45,63 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 2364
Scaricare Leggi Online

La giovane Jolanda, figlia del Corsaro Nero e di Honorata, duchessa di Wan Guld, morta in seguito al parto, giunge nel nuovo Mondo per impossessarsi dell'eredità materna. Durante il viaggio la ragazza viene rapita e Henry Morgan, ex luogotenente del padre di Jolanda, dopo aver radunato i filibustieri, espugna Maracaibo e libera la ragazza. I due si innamorano e... Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare. Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.

Jolanda La Figlia Del Corsaro Nero

Autore: Salgari Emilio
Editore: Bur
ISBN: 885861934X
Grandezza: 71,67 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 6741
Scaricare Leggi Online

Ha il coraggio del padre e la bellezza della madre. Userà il primo per riprendersi l’eredità, la seconda per conquistare l’amore di Morgan, amico fedele del Corsaro Nero.

Jolanda La Figlia Del Corsaro Nero Di Emilio Salgari

Autore: Geronimo Stilton
Editore:
ISBN: 9788856628463
Grandezza: 31,61 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 9388
Scaricare Leggi Online


Jolanda La Figlia Del Corsaro Nero

Autore: Emilio Salgari
Editore:
ISBN:
Grandezza: 28,34 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 1232
Scaricare Leggi Online


Jolanda La Figlia Del Corsaro Nero

Autore: Salgari Emilio LeggereGiovane
Editore: Createspace Independent Publishing Platform
ISBN: 9781533419224
Grandezza: 10,66 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 4271
Scaricare Leggi Online

Jolanda, la figlia del temutissimo Corsaro Nero, è tornata ai Caraibi per prendere possesso dell'eredità del padre, ma il perfido Wan Guld, governatore di Maracaibo, l'ha rapita e vuole costringerla a rinunciarvi in suo favore. La aiuteranno Morgan e i filibustieri della Tortue, orgogliosi di servire la figlia del più grande pirata di tutti i tempi.

Jolanda La Figlia Del Corsaro Nero

Autore: Emilio Salgari
Editore: Booklassic
ISBN: 9635267517
Grandezza: 25,34 MB
Formato: PDF
Vista: 1678
Scaricare Leggi Online

E il terzo libro del ciclo de I corsari delle Antille e segue il romanzo La regina dei Caraibi, ambientandosi circa vent'anni dopo.

Il Ciclo Del Corsaro Nero Il Corsaro Nero La Regina Dei Caraibi Jolanda La Figlia Del Corsaro Nero

Autore: Emilio Salgari
Editore:
ISBN: 9788806207212
Grandezza: 54,91 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 3473
Scaricare Leggi Online


Il Corsaro Nero

Autore: Emilio Salgari
Editore: eBook Free
ISBN:
Grandezza: 60,10 MB
Formato: PDF
Vista: 6074
Scaricare Leggi Online

Metà del Seicento: Inghilterra e Francia combattono contro la potenza degli spagnoli e iniziano ad inviare navi corsare in scorribanda per l'Oceano per combattere quelle nemiche e danneggiare così il commercio delle loro colonie e nel1625 due navi, con a bordo i primi corsari, gettano l'ancora davanti all'isola di San Cristoforo e vi si stabiliscono. Ma una nave spagnola distrugge dopo cinque anni la loro base e i pochi che riescono a sopravvivere trovano un rifugio all'isola della Tortuga facendone la base di partenza per tutte le loro spedizioni. Gli abitanti di Santo Domingo però, vedendo che il loro commercio è in pericolo, dopo un attacco riescono a sconfiggerli e ad allontanarli. Un giorno però, i bucanieri e i filibustieri riescono a far ritorno all'isola. Arriva intanto alla Tortuga un nobile italiano circondato dal mistero, un certo Emilio signore di Ventimiglia, Valpenta e Roccabruna. Durante un assedio in Europa, durante la guerra fra Francia e Spagna, gli spagnoli tagliata la ritirata comprano un duca fiammingo, Van Guld, ordinandogli di tradire i superstiti italo-francesi rifugiatisi in una rocca. Riesce nel suo malvagio piano, ma uccide il fratello maggiore di Emilio, che, dopo essersi miracolosamente salvato dalla carneficina degli Spagnoli, per vendicarsi lo insegue nei Caraibi dove lui e i suoi due fratelli diventano il Corsaro Nero, Rosso e Verde(nero). Il romanzo ha inizio quando due filibustieri, Carmaux e Van Stiller, vengono ripescati dalla "Folgore", nave filibustiera appartenente a Emilio di Roccabruna, conte di Valpenta e di Ventimiglia, conosciuto come il Corsaro Nero. Una volta a bordo, i due raccontano al terribile comandante che suo fratello, Enrico di Ventimiglia conosciuto come il Corsaro Rosso era stato impiccato nella piazza di Maracaibo per ordine di Van Guld, governatore della città. Emilio decide così di recarsi a Maracaibo per sottrarre il cadavere del fratello e, reclutati Carmaux e Van Stiller, affida il comando della nave a Morgan, suo luogotenente. Dopo aver catturato una guardia spagnola e guadagnato l'aiuto di Moko, un africano eremita, i filibustieri giungono aMaracaibo. Dopo numerose avventure il Corsaro riesce a rapire la salma del fratello e a rimbarcarsi sulla Folgoredove, dopo aver celebrato il funerale del fratello, giura solennemente che sterminerà Van Guld e tutta la sua famiglia. Sulla strada del ritorno per la Tortuga, i filibustieri assaltano una nave spagnola che trasporta una bionda fanciulla che si fa chiamare Honorata Willerman, duchessa di Weltrendrem, di cui Emilio si innamora, ricambiato. Dopo essersi imbattuti in un terribile uragano la nave giunge finalmente alla Tortuga. Qui il racconto s'interrompe e l'autore introduce una parentesi storica, citando le imprese di grandi filibustieri realmente esistiti e spiegando cosa siano la filibusteria e la bucaneria. Ha poi inizio il racconto della spedizione per assalire Maracaibo. La caccia di Emilio lo porta, insieme a Carmaux, Wan Stiller, Moko e il soldato che avevano catturato poco tempo prima, promosso a guida del drappello, nella foresta vergine. Lì il gruppo incontrerà coguari e puzzole, vampiri, sabbie mobili e antropofagi. Giunti quasi alla meta, il soldato e Moko si fermano, mentre i tre filibustieri proseguono la caccia. Seguirà uno scontro contro le forze di Van Guld e l'assalto a Gibraltar. Finite queste avventure pericolose, il Corsaro scoprirà che Honorata è in realtà la figlia di Van Guld e, combattuto tra onore e amore, farà imbarcare la giovane su una scialuppa e l'abbandonerà in mare con enorme dolore. Il romanzo si conclude con Carmaux che dice al suo amico Wan Stiller: «Guarda lassù! Il Corsaro Nero piange».

The Son Of The Red Corsair

Autore: Emilio Salgari
Editore:
ISBN: 9780595382644
Grandezza: 60,11 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 554
Scaricare Leggi Online

A captivating mix of adventure, romance and comedy, The Son of the Red Corsair is the story of Enrico of Ventimiglia, an Italian gentleman disguised as a corsair who fights his way through the Spanish conquests of Central America in search of the half-sister he has never met, the child of his father's second wife, the daughter of Darien's Grand Cacique. In his adventures he is accompanied by a handful of colorful characters including the ever-faithful Mendoza, the French gentleman-turned-buccaneer Buttafuoco, and the boisterous Don Barrejo, as well as the beautiful Marquise of Montelimar and various bands of the Pirates of the Caribbean." simple characters and vivid action that have changed the panorama of literature for young readers." -El Poder de La Palabra

La Stella Del Nord

Autore: Bruce Wayne
Editore: Self-Publish
ISBN:
Grandezza: 32,48 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 8940
Scaricare Leggi Online

Jolanda di Ventimiglia, figlia del cavaliere Emilio di Ventimiglia e della duchessa Honorata Wan Guld, è stata fatta schiava mentre era in rotta per raggiungere le colonie spagnole. Ad ordinare il rapimento della fanciulla è stato il Conte di Medina e Torres, figlio illegittimo del duca Wan Guld e di una marchesa messicana, smanioso di possedere la bellissima fanciulla, fosse anche con la forza, e di impossessarsi, tramite il ricatto di non uccidere la giovane, dei cospicui beni del padre. A liberarla è Henry Morgan, ex luogotenente del Corsaro Nero, che, per conto dell’Inghilterra, assale le navi spagnole con la sua veloce e ben armata Folgore, una fregata a tre alberi, armata di trentasei cannoni di grosso calibro, fra cui alcuni pezzi da caccia e montata da ottanta uomini che nulla temono. I due si sposano, ma Jolanda non è fatta per una vita da casalinga, così chiede a Henry Morgan, suo marito, di poter avere una nave propria e di poter essere anch’ella una Corsara. Morgan l’accontenta. Il racconto che segue è una delle sue avventure. Bruce Wayne, scrittore di romanzi di avventure è un grande ammiratore di Emilio Salgari e con questo racconto lungo, remake di una avventura di Morgan il Pirata, inizia le avventure di Jolanda di Ventimiglia, la Figlia del Corsaro Nero, dopo che ha sposato Henry Morgan. Racconto d’avventure venato da un sottile, impalpabile, erotismo. Alcuni Brani per Illustrare lo Stile del Racconto Dal Capitolo Primo Jolanda e i suoi invincibili filibustieri avevano espugnata la città dopo una giornata di combattimento accanito. Puerto la Mar, dove si riteneva al sicuro la guarnigione che la Spagna aveva mandato a presidiare l'isola di Nueva Esparta, più tardi chiamata S. Margherita, per farne una piazzaforte avanzata contro la rovinosa invadenza delle navi corsare, terrorizzanti il Mar delle Antille, era caduta, benché le truppe fedelissime avessero lottato con ardore e coraggio senza pari. Sul piccolo forte — robusto nei suoi bastioni e terrapieni, nei suoi tre torrioni d'angolo e negli speroni massicci — alto sulla cima del promontorio posto a guardia del porto profondo, sventolava la bandiera nera dei pirati del mare, accanto a quella rossa e azzurra del loro capitano Jolanda di Ventimiglia. Dal Capitolo Secondo La voce della giovane fanciulla, il fascino che emanava dalla sua persona, infiammò il sangue del Vandeano come un forte liquore. Stava per fare una richiesta ardita, quando si ricordò di chi fosse moglie Jolanda di Ventimiglia e ringraziò il cielo di non aver dato parola al pensiero che gli aveva attraversato il cervello accaldato e irragionevole. Non era la sua anima che egli desiderava. Era la carne di lei che desiderava. Quel corpo flessuoso, quei seni morbidi, quella bocca umida e sensuale. La bellezza di lei gli riempiva il cervello di pazzia. Dal Capitolo Terzo Jolanda aveva assistito facendo gesti di furore alla strana manovra, mentre tutti i filibustieri sulla costa guardavano ammirati e sgomenti alla fuga miracolosa della Stella del Nord. Anche la squadra spagnola, che certo non si aspettava simile manovra, e solo all'ultimo momento si era accostata per impedire la fuga, pareva anch'essa disorientata. Continuava a cannoneggiare furiosamente la caravella corsara, con poco profitto data la distanza e i fulminei viraggi di questa. Ma quando la vide allontanarsi al largo, staccò uno dei suoi navigli d'alto bordo, la corvetta, che alzò tutte le vele, gettandosi risoluta all'inseguimento. In breve scomparvero ambedue dietro il promontorio che chiudeva il golfo. Dal Capitolo Quarto Un segnale convenuto disse a D’Argnac ch'era tempo di iniziare la sua azione. Ed allora, avendo già preparato i cannoni e varie cataste di legna sulla spiaggia, i pochi bucanieri cominciarono un fuoco infernale contro le navi della squadra, scaricando insieme anche gli archibugi, e facendo un baccano tremendo, come se tutto il grosso dei difensori si fosse messo in moto. Nel tempo stesso le cataste di legna venivano accese, gettando vivide luci sul greto. I bucanieri passarono e ripassarono di corsa dinanzi ai fuochi, dando l'illusione di una grossa truppa che facesse le evoluzioni. Dal Capitolo Quinto Le gigantesche onde la denudarono della camicetta che aveva dimenticato di allacciare. Stette a torso nudo nella luce rosseggiante dei lampi. Era slanciata e bianca simile ad una ninfa uscita per respirare dal verde dell'oceano, e restò del tempo con la testa gettata all'indietro, le braccia stese in alto, come invocando qualche spirito lassù fra le stelle. Per l’Irlandese fu una visione d’incanto, mentre Ella disfaceva i suoi lunghi capelli saturi d’acqua. La tempesta aveva rinfrescata l'aria, e il tonico della frescura, con l’aspro profumo della salsedine le aveva indurito i capezzoli, facendo danzare il sangue dell’uomo nelle vene. Dal Capitolo Sesto I filibustieri, trascinati dall'esempio, risposero con un'ovazione e si affrettarono tutti ai loro posti. In pochi istanti la navicella era pronta ad ingaggiare il combattimento. Con febbrile premura alcune vele di ricambio furono portate sul ponte e adattate agli alberi. Fasci di sciabole e sciaboloni uscirono dal boccaporto. I quattro cannoni della tolda furono slegati e messi in caso di servire al loro compito. Conor e il mozzo erano da per tutto, aiutando, consigliando, mentre Jolanda si teneva pronta presso la ribolla del timone. La nave spagnola aveva avvistato il naviglio filibustiere e un colpo di cannone a salve era stato sparato, mentre la bandiera di Castiglia saliva sul picco della randa. — Chiedono i nostri colori — tradusse Conor. — Facciamoglieli vedere — rispose Jolanda.