La Battaglia

Autore: Alessandro Barbero
Editore: Gius.Laterza & Figli Spa
ISBN: 885810949X
Grandezza: 13,39 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 8181
Scaricare Leggi Online

Uno straordinario libro scritto da uno degli intellettuali più interessanti d'Italia. Barbero, storico e romanziere, scrive romanzi che sono anche saggi storici. Franco CardiniSul campo di battaglia, in mezzo alle truppe: anche se la narrazione è dettagliata e i personaggi numerosi, non ci si stanca di leggere Barbero, che sa molto raccontare. Aurelio LepreLa prosa di Barbero avvince il lettore. Lucio VillariUna ricostruzione magistrale. Il rigore e il talento di Alessandro Barbero fanno di La battaglia un libro unico, che ci porta, come in un film, nel cuore dell'ultima battaglia di Napoleone. "Il Venerdì di Repubblica"

Waterloo La Disfatta Di Napoleone

Autore: Gianluca Scagnetti
Editore: Newton Compton Editori
ISBN: 8854163597
Grandezza: 44,68 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 8244
Scaricare Leggi Online

Cosa ha fermato il condottiero più geniale della storia? La fatale sconfitta del grande generale nella battaglia che segnò la fine di un'epoca Il 18 giugno 1815 si svolse un evento di proporzioni epocali che decise definitivamente il destino di Napoleone e di quelli che scelsero di stare con lui fino alla fine: la battaglia di Waterloo. Debellando il condottiero còrso, le monarchie europee della Settima coalizione guidate da lord Wellington, “il duca di ferro”, distrussero brutalmente le speranze e i sogni che le forze progressiste e liberali europee avevano riposto in Bonaparte. Anche se il giudizio della storia non fu clemente con lui, da tutti, amici e nemici, fu riconosciuta la genialità tattica e strategica espressa dal piccolo soldato còrso in tante campagne e battaglie vinte. Waterloo, toponimo che evoca la parabola di un condottiero che – negli ultimi mesi di comando – manifestò appieno le sue debolezze, fu una sorpresa: la disfatta francese giunse inaspettata per ambedue gli schieramenti. Quale fu l’elemento che giocò un ruolo così negativo per la Grande Armée? Errori? Tradimenti? Incapacità dei comandanti? La storia che si snoda in queste pagine racconta con passione e precisione i dettagli della battaglia, gli antefatti, le conseguenze. Descrive gli uomini, le armi usate, le uniformi, i diversi modi di combattere dei due imponenti eserciti che si dilaniarono a vicenda in uno sperduto angolo della campagna belga sotto una leggera pioggia primaverile. La caduta di uno dei condottieri più geniali della storia, attraverso il resoconto puntuale delle sue ultime mosse strategiche. Segreti, strategie e colpi di scena: la descrizione dettagliata della sconfitta più clamorosa di tutti i tempi, che segnò la fine di Napoleone e quella di un’epoca. Che cosa non aveva previsto Napoleone?Gianluca Scagnettigiornalista e documentarista, ha collaborato con varie testate della carta stampata, radiofoniche e televisive. Dal 1991 ha seguito gli eventi bellici nella ex Jugoslavia e la crisi albanese, è stato inviato in Asia centrale e Medio Oriente. È autore di reportage di guerra e del romanzo Omicidio di un “gladiatore” nella Destra Tagliamento. Attualmente vive tra Roma e il Friuli.

Waterloo L Ultima Battaglia

Autore: Frank Powerful
Editore: Centro Leonardo Education
ISBN:
Grandezza: 40,80 MB
Formato: PDF
Vista: 2938
Scaricare Leggi Online

Il 18 giugno del 1815, duecento anni fa, si concludeva a Waterloo, su una bassa collina del Brabante alle porte di Bruxelles, l'epopea dell'imperatore dei francesi Napoleone I. In quella che è considerata una delle più importanti battaglie della storia. gli eserciti inglese e prussiano coalizzati abbattevano definitivamente, dopo una campagna militare di soli cinque giorni, l'ultimo volo dell'aquila imperiale. I monarchi tradizionalisti di tutta Europa esultavano e si affrettavano a ripristinare, al Congresso di Vienna, lo status quo. In questo volume, con ampio apparato iconografico arricchito da una cartografia originale e animata, Frank Powerful traccia, con rigore storico, ma con una scrittura accessibile anche ai profani, la storia della campagna e della battaglia finale, analizzando con critica equilibrata e non partigiana gli eroismi, i colpi di genio, i fallimenti dei personaggi che furono protagonisti dell'azione. La narrazione è completata da una serie di approfondimenti e da Appendici documentali, che presentano testi fino ad oggi difficilmente accessibili al lettore italiano.

La Battaglia Di Waterloo Con Relativo Cenno Storico Sulla Campagna Del 1815 Di Livio Pascoli

Autore: Livio Pascoli
Editore:
ISBN:
Grandezza: 76,84 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 1562
Scaricare Leggi Online


La Battaglia Di Waterloo

Autore: Livio Pascoli
Editore:
ISBN:
Grandezza: 58,55 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 1970
Scaricare Leggi Online


I Dieci Errori Di Napoleone

Autore: Sergio Valzania
Editore: Edizioni Mondadori
ISBN: 8852023909
Grandezza: 69,30 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 3195
Scaricare Leggi Online

"La storia ha una sua natura sfuggente ed elusiva, tende a non dichiarare le proprie leggi. Individuare i momenti nei quali Napoleone avrebbe potuto indirizzare in modo diverso la sua avventura, incanalandola verso un esito migliore, rischia di risultare arbitrario..."

I Cento Giorni Ossia La Battaglia Di Waterloo

Autore: Gaspard Gourgaud
Editore:
ISBN:
Grandezza: 72,96 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 6015
Scaricare Leggi Online


Il Volto Della Battaglia Azincourt Waterloo La Somme

Autore: John Keegan
Editore: Il Saggiatore
ISBN: 9788856501650
Grandezza: 79,49 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 3010
Scaricare Leggi Online


Le Grandi Battaglie Della Storia

Autore: History Channel
Editore: Edizioni Mondadori
ISBN: 8852039856
Grandezza: 62,65 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 2947
Scaricare Leggi Online

Da Qadesh, che segnò il trionfo del faraone Ramses II nel 1274 a.C., fino alla Desert Storm con la quale le forze statunitensi e la loro coalizione hanno liberato il Kuwait dagli invasori iracheni nel 1991, passando per le Termopili, Canne, Lepanto, Waterloo, Little Big Horn, Verdun, il D-Day: trenta battaglie che hanno abbattuto imperi secolari, fermato invasioni poderose, fatto trionfare idee rivoluzionarie. Gli autori del seguitissimo canale monotematico History raccontano gli scontri armati che hanno disegnato il mondo contemporaneo, con verve narrativa e una mole impressionante di dati documentari che rivelano anche molti retroscena inaspettati, come il fatto che durante la Prima guerra mondiale l'esercito tedesco si ispirava ai piani di Annibale. Ogni battaglia è analizzata sotto molteplici punti di vista, da quello tecnologico a quello tattico e strategico, fino alla personalità dei comandanti coinvolti, protagonisti della storia come Alessandro Magno, Napoleone, Churchill.

500 Giorni

Autore: Luigi Mascilli Migliorini
Editore: Gius.Laterza & Figli Spa
ISBN: 8858125355
Grandezza: 80,33 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 2374
Scaricare Leggi Online

Cinquecento giorni trascorrono, nella vita di Napoleone Bonaparte, tra il crollo dell'Impero, l'esilio all'Elba, i Cento giorni e la partenza, infine, per Sant'Elena. Meno intensi delle poche settimane che passano tra l'avventurosa riconquista del trono e l'ultima disfatta; meno drammatici degli anni trascorsi in un'isola abbandonata nell'Oceano Atlantico, questi cinquecento giorni – che gli storici non hanno mai considerato nella loro unità – mettono Napoleone, quasi come un moderno Edipo, al crocevia di tutte le possibilità di esistenza e di storia. Al loro inizio c'è un tentativo di togliersi la vita, a Fontainebleau, nelle stanze vuote di un palazzo vuoto da cui tutti si sono prudentemente allontanati, lasciando solo l'Imperatore in disgrazia. Alla fine, ancora una tentazione di togliersi la vita, sul vascello inglese che lo conduce, ormai prigioniero, a Sant'Elena. In mezzo, un tempo per così dire intermedio – 500 giorni non sono né pochi né molti – scandito da scelte obbligate: partire, restare, combattere, fuggire. Scelte che si sbaglierebbe a immaginare rivolte solo alla vittoria, o peggio alla rivincita. Esse sono, più spesso, dettate, al contrario, dall'idea della sconfitta, dall'incubo del congedo. Come uscire di scena è, per Napoleone, in questo finale di partita, molto più importante che restare a tutti i costi sul palcoscenico. Come uscire di scena, rendendo per sempre indimenticabile ciò che egli ha fatto nei giorni della fortuna, evitare di negarlo con un comportamento poco appropriato, fare che la propria vita, e la storia che in essa si è scritta, non perda di significato, come molti, troppi, intorno a lui vorrebbero fare e provare a fare in quei lunghi, brevi 500 giorni. «Nella sera d'inverno in cui Napoleone lascia l'isola d'Elba per arrischiare l'ultima, la più leggendaria delle sue molte avventure, un libro rimane aperto sul tavolo dello studio di quella Villa dei Mulini che per dieci mesi era stata la piccola, modesta reggia del suo regno in miniatura. Forse nella fretta inevitabile delle ultime ore il suo illustre lettore lo ha semplicemente dimenticato. Forse ha voluto immaginare che il suo domani non fosse quello di correre dietro una nuova impresa, una nuova, improbabile vittoria, ma, piuttosto, di sedersi alla scrivania, come era accaduto tante volte nei mesi in cui l'esilio gli aveva regalato una inattesa pigrizia, e riprendere la lettura arrivando, stavolta, fino in fondo. La conclusione del libro, in realtà, Napoleone la conosceva bene e proprio per questo – possiamo pensare – non si era affrettato a terminarlo.»