La Terminologia Dell Agroalimentare

Autore: AA. VV.
Editore: FrancoAngeli
ISBN: 8891720801
Grandezza: 21,88 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 9024
Scaricare Leggi Online

1116.10

Produzioni Agroalimentari Tra Rintracciabilit E Sicurezza Analisi Economiche E Politiche D Intervento Atti Del Xliv Convegno Di Studi Taormina 8 10 Novembre 2007

Autore: Sidea-Società Italiana di Economia Agraria
Editore: FrancoAngeli
ISBN: 8856819112
Grandezza: 12,69 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 1709
Scaricare Leggi Online

1820.198

Scarsit E Sovrapproduzione Nell Economia Agroalimentare

Autore: Marcello Gorgoni
Editore:
ISBN:
Grandezza: 34,87 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 8017
Scaricare Leggi Online


La Questione Agraria

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 75,34 MB
Formato: PDF
Vista: 7191
Scaricare Leggi Online


Siamo Quello Che Mangiamo Il Metodo Kousmine Per Cambiare Abitudini Alimentari Guarire E Stare Bene

Autore:
Editore: Tecniche Nuove
ISBN: 8848119697
Grandezza: 63,29 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 8048
Scaricare Leggi Online


La Scienza Ci Guarir Vincere Le Battaglie Della Vita Con La Prevenzione

Autore: Luc Montagnier
Editore: Sperling & Kupfer editori
ISBN: 8860617243
Grandezza: 29,26 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 1451
Scaricare Leggi Online


La Normativa Sull Olio D Oliva Nel Diritto Agroalimentare Italo Comunitario

Autore: Olindo Lanzara
Editore: G Giappichelli Editore
ISBN: 8834879120
Grandezza: 47,77 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 4545
Scaricare Leggi Online

In un’epoca in cui la competizione globale spinge alla delocalizzazione produttiva, alla ricerca dell’abbattimento dei costi di produzione, l’origine di una merce assume una forte connotazione evocativa. Nella valorizzazione della qualità e della trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini s’innesta una terminologia relativamente nuova, il “Made in Italy”, il cui valore ha origini molto profonde e lontane. In tale prospettiva, la regolamentazione giuridica delle attività di produzione e distribuzione dell’olio vergine d’oliva, con l’entrata in vigore della legge n. 9/2013, sembra porre l’accento sulla centralità della persona-consumatore, collocata in un sistema “bilanciato”, che non si risolve in un pregiudizio aprioristico delle ragioni dell’impresa, ma tende ad una tutela giuridica della “concorrenza qualitativa”, di strategica importanza per Paesi nei quali è presente una prestigiosa e lunga cultura alimentare. Il consumatore non è infatti la mera “interfaccia” dell’azienda, ma, al contrario, rappresenta la persona nella globalità della sua esperienza. Senza trascurare, peraltro, l’apporto della comparazione giuridica e del diritto comunitario, né l’approccio empirico del Modern British food law, attraverso l’esame della “nuova” legislazione, la presente analisi tenta di individuare le ragioni del difficile equilibrio fra dinamiche di mercato e tutela della libertà individuale.