Le Origini Della Comunicazione Umana

Author: Michael Tomasello
Editor:
ISBN: 9788860302953
Size: 14,80 MB
Format: PDF
Read: 504
Download

Perché sobbalziamo quando un amico punta il dito verso la bicicletta della nostra ex fidanzata? E perché, sbarcati in un paese la cui lingua ci è ignota, non ci vergogniamo di dar vita alle più bizzarre pantomime, mimando cibi, bevande e generi di prima necessità? Come ci ricorda Michael Tomasello in questo volume, i gesti, per quanto banali possano sembrare, rappresentano le prime forme umane di comunicazione e hanno fornito le basi per lo sviluppo di quei modi dell'interazione sociale, primo fra tutti il linguaggio con il suo repertorio di segni convenzionali, che ci caratterizzano come primati un po' diversi dagli altri. Noi ricorriamo a gesti del genere perché la comunicazione tipicamente umana è un'impresa cooperativa legata alla creazione di un tessuto concettuale e motivazionale condiviso. Ã? così che abbiamo imparato ad aiutarci gli uni con gli altri, a venire incontro alle reciproche esigenze, a creare progetti collettivi... Ma è anche così che siamo diventati capaci di mentire e ingannare, scoprendo il piacere di una comunicazione "perversa"

Di Quello Che Hai In Mente Le Origini Della Comunicazione Umana

Author: Thomas Scott-Phillips
Editor:
ISBN: 9788843085439
Size: 10,69 MB
Format: PDF, Kindle
Read: 672
Download


Die Urspr Nge Der Menschlichen Kommunikation

Author: Michael Tomasello
Editor:
ISBN: 9783518296042
Size: 13,89 MB
Format: PDF, ePub, Mobi
Read: 472
Download


L Intuizione Infinita

Author: Antonello Sciacchitano
Editor: Polimnia Digital Editions
ISBN: 8899193339
Size: 13,90 MB
Format: PDF, ePub, Docs
Read: 512
Download

Esiste qualcosa come una psicanalisi scientifica? La domanda non attrae l’interesse della cultura corrente, cui basta che la psicanalisi funzioni da tecnica terapeutica, codificata in una professione, per alleviare il male di vivere, e, quanto alla scienza, nutre una sana diffidenza, come per un tabù. Non discuto l’opzione pratica: la psicanalisi si giustifica pienamente come psicoterapia. La scienza, invece, non ha giustificazioni pratiche, anche quando abbia applicazioni pratiche, essendo essenzialmente la soddisfazione della curiosità fine a sé stessa del soggetto che la pratica. Sarebbe così anche per una psicanalisi scientifica, se esistesse? Per esempio, una psicanalisi intesa solo come ricerca sull’inconscio e sulla struttura degli oggetti del desiderio? C’è un oggetto senza applicazioni pratiche che potrebbe essere comune a scienza e psicanalisi? Potrebbe essere l’infinito, si sostiene in questo libro. Singolare oggetto, l’infinito, del quale da qualche millennio restiamo in gran parte ignoranti, anche nel senso attivo di non volerne sapere, favoriti in questo dall’essere un oggetto non concettuale e poco pratico per le esigenze della vita quotidiana. L’infinito non è merce di scambio; non è un bene che si monetizzi. Ha anche poco valore d’uso. “Ti voglio un bene infinito”, ma nessuna donna ci crederebbe, ammesso che qualche spudorato lo dica. Forse la psicanalisi non è estranea alla vicenda storica e scientifica dell’infinito; forse sa qualcosa delle resistenze che hanno accompagnato l’infinito a integrarsi nella cultura. Queste sono solo congetture. Esplorarne le implicazioni è il tema che si è posto l’autore di questo libro, psicanalista freudiano di formazione lacaniana, ma critico delle formazioni psicanalitiche classiche, ignoranti dell’infinito, ma gettonate dalle scuole di psicanalisi vigenti.

Comunicazione E Media

Author: Mario Morcellini
Editor: EGEA spa
ISBN: 8823875307
Size: 12,79 MB
Format: PDF, Mobi
Read: 187
Download

Le teorie che nel tempo hanno preso a oggetto la comunicazione hanno dato vita a concettualizzazioni anche molto diverse tra loro, al punto che oggi il termine può assumere significati diversi, più o meno scientificamente fondati. Questa piccola introduzione al mondo della comunicazione cerca dunque di porre ordine, in modo semplice ma articolato, tra i diversi modelli di comunicazione che le varie teorie hanno disegnato. Si tratta di modelli spesso antitetici, che arrivano ad attribuire significati diversi agli stessi termini chiave. Proprio l’analisi lessicale è la chiave con cui Morcellini introduce in modo critico il lettore al mondo dei media studies. Che cosa c’è dentro le “macchine” della comunicazione, da quelle (solo apparentemente) ormai vecchie (radio, tv) alle tecnologie di ultima generazione? Quale ruolo spetta ai media come stimolatori di cultura? Quale intelligenza sociale si è installata nei mezzi di comunicazione? Qual è il contributo del mezzo nella costruzione di significati? Quale rapporto intercorre tra individui, collettività e comunicazione?

Sopravvivere All Evoluzione

Author: Mario Papadia
Editor: libreriauniversitaria.it Edizioni
ISBN: 8862924151
Size: 11,53 MB
Format: PDF, Mobi
Read: 794
Download


Fondamenti Di Pedagogia Interculturale Itinerari Educativi Tra Identit Alterit E Riconoscimento

Author: Francesco Bossio
Editor: Armando Editore
ISBN: 8866772429
Size: 18,54 MB
Format: PDF, Kindle
Read: 679
Download


Verbalizzare Il Sacro

Author: Jürgen Habermas
Editor: Gius.Laterza & Figli Spa
ISBN: 8858120116
Size: 19,31 MB
Format: PDF
Read: 311
Download

Gli ultimi decenni hanno visto sorgere un tema completamente nuovo: le società europee già ampiamente secolarizzate si sono trovate di fronte alla rinnovata vitalità di movimenti e fondamentalismi di natura religiosa. Per la filosofia ciò comporta una sfida doppia. Come teoria politica normativa, la filosofia deve rivedere quell'idea di stato secolarizzato che voleva espellere dalla sfera pubblica politica le comunità religiose, confinandole nel privato. Come 'custode della razionalità', non può non chiedersi cosa significhi il fatto che nel cuore delle società moderne rifioriscano – quali produttive figure dello spirito – confessioni e dottrine religiose già radicate in arcaiche pratiche di culto. La sorprendente contemporaneità della religione sfida la cultura laica: fin dall'illuminismo la filosofia si era schierata dalla parte delle scienze, e aveva finito o per trattare la religione come un oggetto oscuro e bisognoso di spiegazione o per 'razionalizzarla'. Dobbiamo allora chiederci: come deve comportarsi una filosofia che si vede venire incontro la religione non più come una figura del passato, ma come una – sempre opaca, ma per il momento di nuovo attuale – figura del presente?