Le Sfide Di Pitagora 66 Giochi Matematici

Autore: Gilles Cohen
Editore: Bruno Mondadori
ISBN: 9788842492511
Grandezza: 47,78 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 5677
Scaricare Leggi Online


Scacchi E Scimpanz Matematica Per Giocatori Razionali

Autore: Roberto Lucchetti
Editore: Bruno Mondadori
ISBN: 8861596436
Grandezza: 45,13 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 5671
Scaricare Leggi Online


Tre In Uno

Autore: Consolato Pellegrino
Editore: Digital Index Editore
ISBN: 8897982484
Grandezza: 35,44 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 993
Scaricare Leggi Online

Riuscireste voi, con tutta la fantasia del mondo, a mettere insieme in un unico ragionamento buoi e infinità del continuo, tangram e palloni da calcio? Occorre una bella faccia tosta anche solo a proporlo, non trovate? Certo, se siete abituati a mangiare le favolose torte di nonna Sofia e vi chiamate Andrea, tutto diventa più facile; i buoi fanno parte di leggendarie storie matematiche dell'antica Trinacria, chiamando in causa addirittura Diofanto; il confronto uno-a-uno fra insiemi continui viene, più che concepito, idealizzato da un tedesco di nome Georg; il tangram, al di là della sua apparenza leggera e giocosa, in realtà nasconde misteri matematici tuttora aperti. E il pallone da calcio? Ma dai, questo lo sa anche nonna Sofia, non ha mica bisogno di un Andrea che glielo spieghi ... Tutti sanno che il pallone da calcio è un icosaedro convesso troncato che ha come facce 20 esagoni e 12 pentagoni regolari; è per questo che Maradona faceva quei goal geniali, per via delle sue indiscusse competenze matematiche: colpiva sempre l'angolo interno di un pentagono; mentre per fare il cucchiaio alla Totti bisogna colpire il centro di un esagono. Lo sanno anche i bambini. Ma se nonna Sofia ha bisogno di essere sorpresa e sedotta dal nipotino Andrea, allora si possono chiamare in causa le coniche, i paradossi, la trisezione dell'angolo generico (con riga e compasso?) e le passeggiate sui ponti di certe famose K-città adagiate su P-fiumi. In questo modo c'è materiale succulento da offrire ai fanatici delle letture dei dialoghi: le posizioni non sono più stereotipate e Tito e Luciana, oh pardon, Andrea e Sofia, possono essere tra loro scambiati. Come, come, lettore, non ci stai capendo niente? Oh, bella, dillo a me, che li conosco di persona e che so che sono in tre anche quando dicono d'essere in due; perché non c'è storia, frase, animazione, disegno, aneddoto, citazione, frase, data, formula, teorema, congettura, che Tito non abbia discusso dettagliatissimissimamente con Anna. Quando si sveglia la mattina, lui mica beve il caffè leggendo il quotidiano, come tutti i pensionati del mondo; no, lui racconta ad Anna tutte le elucubrazioni notturne su meccano, gioco, filatelia e gli altri ambiti nei quali ha deciso di inserire le sue storie, che spesso sono storie di storie. (Lei dorme, lui sogna). Solo passato quel vaglio, giunge alla proposta, ne parla anche con Luciana e parte con accuratissima bibliografia e insidiose note micidiali. Ah, le note; si sarebbe potuto fare due volumi, testo e note, sì 457 note a fondo libro, ho detto quattrocentocinquentasette, ciascuna più gustosa e ricca delle altre; ma qualcuno l'ha mai fatto un libro di sole note? Io una volta scrissi un racconto (pubblicato nel mio superpremiato libro Icosaedro), che era formato di 2 righe di testo e di infinite note a pie' di pagina. Ma io l'ho fatto apposta, Tito no, per lui la nota è nota, serve per entrare in dettaglio, per dire fuori testo quel che il testo non può dire, la chiosa ghiotta, l'appiglio colto, la finezza succulenta, che invoglia il lettore a impegnarsi nell'andare a cercare cercare per sapere sapere. Sono note sfiziose, tutte, ciascuna potrebbe essere un oggetto per un nuovo dialogo fra Sofia ed Andrea. Già lo immagino, un labirinto-dialogo. Dal punto di vista storico c'è di tutto, dagli arpenodapti piramidali agli sferici creatori di giochi matematici, fra i quali spicca il suo beniamino Martin Gardner (che è poi beniamino di tutti noi ... giocherelloni) (e questo avrei potuto metterlo in nota) (e anche questo) (...), da Galileo a Lakatos, da chi si interessa agli aspetti affettivi, a chi vuol dimostrare o contraddire congetture, c'è spazio per tutti. E così, mentre Andrea sorprende questa splendida e cusaniana nonna Sofia (dottamente ignorante) in un dialogo che ha il sapore di un testo socratico-galileiano-lakatosiano a forma di (altro) labirinto, mentre convince noi stessi all'interno di un effetto Droste senza fine, la matematica ti avvince, ti lascia come attonito, intrigante, appunto. Se sai le cose, sei ammaliato dal modo in cui esse sono raccontate e Simplicio ci fa la figura del dilettante; se non le sai, cavolo!, ti prende la frenesia di saperle, perché non è possibile arrivare in fondo ad un periodo ignorando gli infiniti riferimenti e le mille note che illustrano e illuminano gli argomenti trattati, uno per uno. Certo, tutto ciò, scritto in un testo di carta, con copertina, pagine, inchiostro ha il suo fascino, ma anche le sue limitazioni; in un testo di carta, come avrebbe fatto Tito a farci stare le sue animazioni, il pop up, i colori? Lui con le animazioni mica scherza, le costruisce con una pazienza certosina e la usa per spiegare, non per illustrare. Prendete quella del teorema di Pitagora e lasciatevi sorprendere. In un libro di carta, sarebbe stato impossibile, in uno elettronico tutto è possibile. Nonna Sofia si lascia avvincere dal tangram, ma mai smette di produrre torte e simili leccornie; Andrea non molla mai, te lo immagini a mangiare per punizione tutte le torte preparate da Sofia con immagini ottenute con i sette pezzi tan, parlando e masticando? E che cosa gli diamo da bere e a questo giovane filomatematico mangiatorte? Mistero! E Tito? E Luciana? E Anna? A chi toccano le torte? Le fa forse Tito e Luciana le mangia? Stento a crederlo, credo invece ad una collaborazione su diversi piani. Alla prorompente immaginazione creativa di Tito, che contrasta con la sua pignoleria allucinante e severa ma garbata, si contrappongono le sensate e lungimiranti vedute di Luciana ed Anna. Non c'è immagine, formula, testo, figura, ipotesi, ... che non venga vagliata in modalità multiforme, discussa nei dettagli, anche le singole note, i singoli riferimenti, come solo gli ipercritici creativi sanno fare. Andrea: Nonna, e allora, ti piace la matematica? Sofia: Sì, adesso devo proprio dire di sì. Ma non è la matematica che pensavo io, questa è una matematica davvero intrigante, non noiosa e piena di stereotipi. Andrea: Certo nonna, è sempre così quando ci mette lo zampino zio Tito. Sofia: Imparare questa matematica mi piace, mi dà soddisfazione, risponde a tante curiosità. Ma adesso è così la matematica che si fa a scuola? Andrea: Non lo so quel che avviene nelle altre scuole, nella mia classe no. Sofia: Ma è proprio vero che c'è un legame fra matematica e arte, letteratura e poesia? Andrea: Ma certo, nonna, come fai a dubitarne, dopo tutti gli esempi che ti ho dato? Diamo questo dialogo in mano a tutta quella gente che ... "io la matematica non", e stiamo a vedere quante Sofie emergono. Bruno D'Amore, già professore ordinario, PhD in Mathematics Education Docente di "Didattica della Matematica" Dipartimento di Matematica - Università di Bologna

Letters From A Stoic Volume Ii

Autore: Lucius Annaeus Seneca
Editore: Lulu.com
ISBN: 1365226735
Grandezza: 63,58 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 4071
Scaricare Leggi Online

Letters from a Stoic is a timeless guide to living the good life. The moral epistles were written by Seneca at the end of his life, during his retirement, after he had worked for the Emperor Nero for fifteen years. They are addressed to Lucilius, the then procurator of Sicily, although he is known only through Seneca's writings. Whether or not Seneca and Lucilius actually corresponded, or whether in fact Seneca created the work as a form of fiction, is not clear from the historical record. This is the second volume of the Letters, Epistles LXVI-XCII.

Unlimited Power

Autore: Tony Robbins
Editore: Simon and Schuster
ISBN: 1471105652
Grandezza: 22,24 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 5846
Scaricare Leggi Online

If you have ever dreamed of a better life, UNLIMITED POWER will show you how to achieve the extraordinary quality of life you desire and deserve. Anthony Robbins has proven to millions through his books, tapes and seminars that by harnessing the power of your mind you can do, have, achieve and create anything you want for your life. UNLIMITED POWER is a revolutionary fitness book for the mind. It will show you, step by step, how to perform at your peak while gaining emotional and financial freedom, attaining leadership and self-confidence and winning the co-operation of others. UNLIMITED POWER is a guidebook to superior performance in an age of success.

History In Mathematics Education

Autore: John Fauvel
Editore: Springer Science & Business Media
ISBN: 0306472201
Grandezza: 27,29 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 1854
Scaricare Leggi Online

This ground-breaking book investigates how the learning and teaching of mathematics can be improved through integrating the history of mathematics into all aspects of mathematics education: lessons, homework, texts, lectures, projects, assessment, and curricula. It draws upon evidence from the experience of teachers as well as national curricula, textbooks, teacher education practices, and research perspectives across the world. It includes a 300-item annotated bibliography of recent work in the field in eight languages.

The Number Devil

Autore: Hans Magnus Enzensberger
Editore: Metropolitan Books
ISBN: 1429932422
Grandezza: 37,78 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 6102
Scaricare Leggi Online

The international best-seller that makes mathematics a thrilling exploration. In twelve dreams, Robert, a boy who hates math, meets a Number Devil, who leads him to discover the amazing world of numbers: infinite numbers, prime numbers, Fibonacci numbers, numbers that magically appear in triangles, and numbers that expand without . As we dream with him, we are taken further and further into mathematical theory, where ideas eventually take flight, until everyone-from those who fumble over fractions to those who solve complex equations in their heads-winds up marveling at what numbers can do. Hans Magnus Enzensberger is a true polymath, the kind of superb intellectual who loves thinking and marshals all of his charm and wit to share his passions with the world. In The Number Devil, he brings together the surreal logic of Alice in Wonderland and the existential geometry of Flatland with the kind of math everyone would love, if only they had a number devil to teach it to them.

I Am A Strange Loop

Autore: Douglas R. Hofstadter
Editore: Basic Books
ISBN: 0465008372
Grandezza: 65,33 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 6544
Scaricare Leggi Online

Can thought arise out of matter? Can self, soul, consciousness, “I” arise out of mere matter? If it cannot, then how can you or I be here? I Am a Strange Loop argues that the key to understanding selves and consciousness is the “strange loop”—a special kind of abstract feedback loop inhabiting our brains. The most central and complex symbol in your brain is the one called “I.” The “I” is the nexus in our brain, one of many symbols seeming to have free will and to have gained the paradoxical ability to push particles around, rather than the reverse. How can a mysterious abstraction be real—or is our “I” merely a convenient fiction? Does an “I” exert genuine power over the particles in our brain, or is it helplessly pushed around by the laws of physics? These are the mysteries tackled in I Am a Strange Loop, Douglas Hofstadter's first book-length journey into philosophy since Gödel, Escher, Bach. Compulsively readable and endlessly thought-provoking, this is a moving and profound inquiry into the nature of mind.