L Inferno Di Treblinka

Autore: Vasilij Grossman
Editore: Adelphi
ISBN: 8845973379
Grandezza: 62,45 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 1200
Scaricare Leggi Online

La più terribile fabbrica della morte nazista nel primo reportage dai campi, uscito nel 1944 sulla rivista «Znamja» e firmato dal più popolare e seguito corrispondente di guerra dell'Armata Rossa: Vasilij Grossman.

Il Letterato E Lo Storico La Letteratura Creativa Come Storia

Autore: Favilli
Editore: FrancoAngeli
ISBN: 8820441349
Grandezza: 60,86 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 3008
Scaricare Leggi Online


Treblinka 1942 1943

Autore: Chil Rajchman
Editore: Giunti
ISBN: 8858764544
Grandezza: 13,19 MB
Formato: PDF
Vista: 3584
Scaricare Leggi Online

"una testimonianza che dà i brividi"Elie Wiesel

L Unione Sovietica E La Shoah

Autore: Antonella Salomoni
Editore: Il Mulino
ISBN: 9788815110879
Grandezza: 41,35 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 9089
Scaricare Leggi Online


La Civilt Cattolica

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 37,58 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 4990
Scaricare Leggi Online


Pagine Sparse Fatti E Figure Di Fine Secolo

Autore: S. Mecenate
Editore: Ibiskos Editrice Risolo
ISBN: 9788854601857
Grandezza: 28,96 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 4860
Scaricare Leggi Online


Se Chiudo Gli Occhi Muoio Voci Di Auschwitz

Autore: Paci Francesca
Editore: 40K
ISBN: 8865861320
Grandezza: 69,34 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 2138
Scaricare Leggi Online

I testimoni dell'Olocausto sono sempre meno. All'inizio di aprile Boruch Szlezinger ha ricordato su Twitter l'importanza della memoria per chi vive proiettato nel futuro. Aveva 92 anni. È morto pochi giorni dopo. La Stampa ha raccolto le voci di uomini e donne che sono sopravvissuti ad Auschwitz perché restino anche quando non parleranno più.

Il Bene Sia Con Voi

Autore: Vasilij Grossman
Editore: Adelphi
ISBN: 8845973344
Grandezza: 34,10 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 8546
Scaricare Leggi Online

Nel 1960 Vasilij Grossman porta a compimento Vita e destino, subito confiscato dal kgb, e va incontro alla sorte del reietto. Alla stessa stagione e allo stesso universo di quel capolavoro, che descrive le manifestazioni del male e la sua sconfitta in nome della «bontà illogica» dei singoli, appartengono i racconti qui radunati. I ricordi e le testimonianze di prima mano del periodo bellico, che ruotano intorno al destino degli ebrei, ispirano le note drammatiche del "Vecchio maestro" e la dichiarazione di fede nella vita e nel «miracolo della libertà» che conclude "La Madonna Sistina". "Fosforo" è una riflessione tristemente autobiografica sull'amicizia misconosciuta, mentre Riposo eterno, "Mamma", "L'inquilina", "In periferia" fotografano momenti diversi della lunga stagione sovietica, tra gli sconvolgimenti causati dal meccanismo delle repressioni staliniane e la corruzione morale che ne consegue, all'insegna dell’indifferenza e dell’egoismo. "La strada", parabola sul modello tolstojano di "Cholstomer", è il racconto delle disavventure di un mulo italiano sulle strade della Russia in guerra: la mostruosità di un mondo in cui Treblinka e il Gulag, nazismo e comunismo gareggiano in efferatezza colpisce in modo ancora più brutale se vista con gli occhi di un animale. E infine "Il bene sia con voi!", dove le note di un viaggio in Armenia nell'autunno del 1961 si traducono in una sorta di luminoso poema. Al tramonto della vita, Grossman, già malato, disilluso, getta sul mondo e su se stesso uno sguardo insieme ironico e benevolo – e raccontando della gente semplice che incontra, del martirio armeno, scrivendo di fede, arte, poesia, ci consegna il testamento di una vita vissuta «secondo coscienza».

Deportazione E Sterminio

Autore: Ugo Jona
Editore:
ISBN:
Grandezza: 19,19 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 4891
Scaricare Leggi Online


Il Bambino Nella Neve

Autore: Wlodek Goldkorn
Editore: Feltrinelli Editore
ISBN: 8858824989
Grandezza: 31,25 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 4151
Scaricare Leggi Online

Cos’è la memoria? Cos’è il passato? Cosa resta delle vite e delle morti di chi abbiamo amato, di chi ci ha dato la vita? Riflessioni universali, che diventano lancinanti quando si applicano al passato di un ebreo polacco e comunista, cresciuto nel dopoguerra in una patria che l’ha poi rinnegato.