L Ingegnere In Grigio

Autore: Mauro Valenti
Editore: Mauro Valenti
ISBN: 6050328048
Grandezza: 10,54 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 2157
Download Read Online

Oggi è il 5 Maggio ed alle ore otto l’ingegner Luigi Frattini entra nel suo ufficio, come sempre in anticipo sui suoi colleghi e collaboratori, saluta cortesemente il portiere e si dirige, stretto nel suo vestito grigio di ottimo taglio, verso la sua stanza. Si toglie con cura la giacca e si siede al suo perfetto ed ordinato posto di lavoro, accende il computer e comincia a scorrere sullo schermo gli appuntamenti e gli impegni giornalieri, ma poi si ricorda, che oggi non avrebbe potuto soddisfarli. Si rialza, riprende la sua giacca, spazzola via un granello di polvere dalla spalla ed esce dalla sua stanza. Si è ricordato che oggi ha deciso di uccidersi.

Giornale Italiano

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 34,58 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 1988
Download Read Online


Epicarmo Corbino Docente Ministro E Pubblicista Frammenti Di Una Figura Complessa

Autore: Francesco Balletta
Editore: FrancoAngeli
ISBN: 882041452X
Grandezza: 72,59 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 1184
Download Read Online


L Ingegnere In Blu

Autore: Alberto Arbasino
Editore: Adelphi Edizioni spa
ISBN: 8845974642
Grandezza: 63,18 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 3581
Download Read Online

Gadda, che com’è noto era un «celibatario solo come uno stecco», non ha mai proliferato né intrattenuto progenie alcuna, neppure in senso lato. Chi, d’altra parte, potrebbe immaginarlo organizzare un cenacolo in pizzeria o fondare una rivista di tendenza o piazzare rampanti discepoli nella redazione di un giornale o alla Rai? Eppure il destino letterario sembra averlo, per vie misteriose, risarcito. Negli anni Cinquanta, quando ancora non aveva pubblicato il Pasticciaccio e molti critici lo consideravano solo un «eccentrico» o un umorista «cincischiato», Gadda trova improvvisamente, in una piccola schiera di scrittori ‘irregolari’ e ‘sperimentali’ che hanno adorato "L’Adalgisa", dei giovani ammiratori disinteressati ed entusiasti. Fra quei ‘nipotini’ c’è soprattutto Alberto Arbasino, che, come provano "L’Anonimo lombardo" e poi "Fratelli d’Italia", dal grande macaronico sembra avere ereditato non solo la derisoria violenza della scrittura, ma anche la cultura cosmopolita ed eclettica, lo humour travolgente, l’insofferenza per il «tritume delle correnti obbligative». Finalmente, all’Ingegnere di cui è stato amico e sodale, Arbasino ha dedicato un irresistibile ritratto che forse è anche un autoritratto, dove ora gli lascia la parola e si sottrae come uno scrupoloso scrivano, ora si concede appassionati esercizi di lettura, ora mescola alla voce di Gadda la sua, regalando anche a noi, come in un ‘private show’, briosi calembours, brandelli di conversazioni che paiono dossiane ‘note azzurre’, pettegolezzi e reparties alla moda, ricordi personali e amene celie, ironiche filologie e fonologie – l’‘aura del tempo’ che i giovani fans di allora cercavano di trasmettere a quel signore in blu ritroso ma pieno di curiosità ‘extravaganti’ e illimitata cortesia.

Atti Del Parlamento Italiano

Autore: Sardegna : Parlamento
Editore:
ISBN:
Grandezza: 24,21 MB
Formato: PDF
Vista: 9858
Download Read Online


Raccolta Ufficiale Delle Leggi E Dei Decreti Del Regno D Italia

Autore: Italy
Editore:
ISBN:
Grandezza: 12,78 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 5041
Download Read Online


Collezione Delle Leggi E Decreti Emanati Nelle Provincie Continentali Dell Italia Meridionale

Autore: Napoli (Stato)
Editore:
ISBN:
Grandezza: 10,92 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 356
Download Read Online


Silvio Berlusconi L Italiano Per Antonomasia

Autore: ANTONIO GIANGRANDE
Editore: Antonio Giangrande
ISBN:
Grandezza: 57,33 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 7275
Download Read Online

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”. Aforisma di Bertolt Brecht. Bene. Tante verità soggettive e tante omertà son tasselli che la mente corrompono. Io le cerco, le filtro e nei miei libri compongo il puzzle, svelando l’immagine che dimostra la verità oggettiva censurata da interessi economici ed ideologie vetuste e criminali. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!