Memoria Del Male Tentazione Del Bene

Autore: Tzvetan Todorov
Editore: Garzanti
ISBN: 8811144426
Grandezza: 16,42 MB
Formato: PDF
Vista: 3269
Scaricare Leggi Online

Quale eredità ci ha lasciato il XX secolo? Da un lato ha mostrato gli aspetti peggiori dell’uomo; ha visto imporsi la democrazia, che pure non è immune da quella «tentazione del bene» che può spingerla a intraprendere «guerre umanitarie». Dall’altro ci ha fatto conoscere alcuni individui dal drammatico destino e dall’implacabile lucidità che hanno illuminato questa epoca oscura con la loro testimonianza: Vasilij Grossman, Margarete Buber-Neuman, David Rousset, Primo Levi, Romain Gary o Germaine Tillion hanno dimostrato che è possibile resistere al male senza considerarsi una incarnazione del bene e hanno restituito la speranza nel «legno storto dell’umanità». Memoria del male, tentazione del bene, descrive gli aspetti più bui e quelli più luminosi del nostro passato prossimo e ci insegna a usare nella maniera migliore la storia e la memoria.

Terror And The Arts

Autore: M. Hyvärinen
Editore: Springer
ISBN: 0230614132
Grandezza: 47,27 MB
Formato: PDF
Vista: 3417
Scaricare Leggi Online

This book advances the argument that the arts, from film and literature to painting and comics, offer qualitatively different readings of terror and trauma that endeavor to resist the exploitation and perpetuation of violence.

Il Male E La Ricerca Del Bene

Autore: Franco Crespi
Editore: Meltemi Editore srl
ISBN: 8883534484
Grandezza: 26,78 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 5375
Scaricare Leggi Online


Le Maschere Del Male Una Sociologia

Autore: Giorgio Pacifici
Editore: FrancoAngeli
ISBN: 8891724467
Grandezza: 59,20 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 2185
Scaricare Leggi Online

1420.194

La Priorit Del Male E L Offerta Filosofica

Autore: Salvatore Veca
Editore: Feltrinelli Editore
ISBN: 8807103885
Grandezza: 18,22 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 937
Scaricare Leggi Online


Gli Ebrei Hanno Un Futuro L Ebraismo Tra Modernit E Tradizione

Autore: Esther Benbassa
Editore: EDIZIONI DEDALO
ISBN: 9788822053350
Grandezza: 68,43 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 6970
Scaricare Leggi Online


Spirito Profetico Ed Educazione In Aldo Capitini

Autore: Caterina Foppa Pedretti
Editore: Vita e Pensiero
ISBN: 9788834312780
Grandezza: 68,69 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 5964
Scaricare Leggi Online


Memoria Narrazione E Identit Nella Giustizia Di Transizione

Autore: Marta Vignola
Editore: Gangemi Editore spa
ISBN: 8849296568
Grandezza: 78,78 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 7354
Scaricare Leggi Online

Dal secondo dopoguerra ad oggi il dibattito sul legame tra memoria e giustizia è stato un territorio interdisciplinare su cui si sono confrontati giuristi, storici, filosofi e sociologi. Nel ventesimo secolo sono state almeno quattro le grandi fasi di democratizzazione che hanno portato ad una messa in circolo nella sfera pubblica di temi quali la ricerca della verità, il recupero della memoria e la applicazione della giustizia in contesti post-bellici o post autoritari. Una prima fase è coincisa con la fine della seconda guerra mondiale; la seconda a metà degli anni settanta soprattutto nei paesi del sud dell’Europa; la terza agli inizi degli anni ottanta in America Latina; l’ultima a partire dai primi anni novanta in Africa. Nelle transizioni europee, ma anche nelle più recenti transizioni latinoamericane e africane, le metodologie giudiziarie ed i processi di costruzione mnemonica collettiva del passato hanno dato luogo a dinamiche costituenti complesse in cui si sono cristallizzati nuovi elementi sociali, politici e giuridici che hanno riconfigurato le identità nazionali. La ricostruzione fattuale e l’interpretazione condivisa del passato, infatti, restano uno snodo cruciale per la stabilità di ogni ordine giuridico, politico e sociale.

Crimini Di Guerra

Autore: Alberto Stramaccioni
Editore: Gius.Laterza & Figli Spa
ISBN: 8858126564
Grandezza: 12,10 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 2546
Scaricare Leggi Online

Crimini di guerra sono stati perpetrati in Italia fin dall'Unità con la repressione del brigantaggio e altri sono stati commessi da italiani già a partire dalle spedizioni coloniali in Africa Orientale e in Libia. Ma è soprattutto durante il ventennio fascista che l'Italia si rende responsabile della violazione dei più elementari diritti umani nelle guerre in Etiopia, Somalia, Spagna e – ancor più – nel corso della seconda guerra mondiale. In particolare, tra il 1940 e il 1943, insieme alla Germania, è protagonista di numerosi eccidi di civili in Jugoslavia, Grecia, Albania, ma anche in Russia e in Francia. Poi, tra il 1943 e il 1945, il nostro paese subisce stragi efferate a opera dei nazisti, sostenuti dai fascisti della Repubblica di Salò. Per questo motivo, l'Italia viene a trovarsi nella particolare situazione di essere considerata responsabile e vittima di crimini di guerra al punto da impedirle, nei decenni successivi, di riconoscere tanto le responsabilità dei propri soldati in Africa Orientale e soprattutto nei Balcani, così come di perseguire i nazifascisti colpevoli delle stragi compiute sul suo territorio. Questa vera e propria strategia politica di occultamento ha subito un parziale ripensamento solo dopo la fine della guerra fredda. Dal 2005 a oggi sono state emesse numerose sentenze che hanno contribuito a rinnovare il rapporto tra storia e memoria su una delle questioni più tragiche e controverse della storia nazionale.