Tra Due Mondi

Author: Jennifer L. Armentrout
Editor: Harper Collins Italia
ISBN: 8858952782
Size: 13,75 MB
Format: PDF, ePub
Read: 143
Download

COVENANT 1 Gli Hematoi discendono dall'unione di dei e mortali, e i figli di due Hematoi di sangue puro hanno poteri di origine divina. I nati dall'unione tra i figli degli Hematoi e i mortali, invece... be', non proprio. I Mezzosangue hanno solo due possibilità: venire addestrati per diventare Sentinelle con il compito di combattere e uccidere i daimon o diventare servitori nelle dimore dei Puri. La diciassettenne Alexandria preferirebbe rischiare la vita lottando piuttosto che sprecarla pulendo i pavimenti, ma non è detto che ci riesca. La sua condotta, infatti, è tutt'altro che irreprensibile. Ci sono diverse regole che gli studenti del Covenant, come lei, devono seguire e Alex ha dei problemi con tutte, ma soprattutto con la numero 1: le relazioni tra i Puri e i Mezzosangue sono proibite. Sfortunatamente, lei è attratta da Aiden, bellissimo e... Puro. Comunque innamorarsi di Aiden non è il suo più grande problema, rimanere in vita abbastanza a lungo e diventare una Sentinella invece sì. Se fallirà nel suo compito, dovrà fronteggiare un futuro più terribile della morte o della schiavitù: diventerà un daimon, e Aiden le darà la caccia. E quella sarebbe una vera disgrazia.

Intraprendere Fra Due Mondi

Author: Maurizio Ambrosini
Editor: Il Mulino
ISBN:
Size: 12,48 MB
Format: PDF, Mobi
Read: 561
Download


Doremat La Musica Della Matematica Il Testo

Author: Antonio Bianchi
Editor: Digital Index Editore
ISBN: 8899283052
Size: 10,14 MB
Format: PDF, ePub
Read: 473
Download

Perbacco, il solito libro di matematica da recensire e al quale scrivere una prefazione; comincia addirittura con la spiegazione del simbolismo dei grafici insiemistici, la solita roba; sfoglio a caso e trovo i numeri naturali, le frazioni, che altro? Equazioni, sistemi lineari, geometria, rette parallele, combinazioni, le solite cose, sono tutti uguali, sembrano scritti con la fotocopiatrice; sfoglio ancora a caso: grafico di funzioni, metronomo, brani musicali, ... Come come? Aspetta un po’. Sì, non mi sono sbagliato. Guardo l’indice e trovo: le scale musicali, le note, polifonia, ... È vero, è proprio così: le frazioni in musica, raggruppamenti ritmici, teoria musicale e tanti tanti laboratori di musica. Non ci posso credere, aspetta che leggo tutto per bene, perché questo merita, eccome. E così scopro un libro di matematica che è un libro di musica e un libro di musica che è un libro di matematica, finalmente, uno vero! Dove non si dicono chiacchiere, le solite chiacchiere, ma dove queste due sublimi creazioni umane si confondono e si confortano, dove non ci si vergogna di dare del somaro a chi, rinunciando alla matematica, dice di amare la musica, o viceversa. Ah, potesse vedere questo libro Iannis Xenakis, come ne sarebbe felice; l’ho sempre adorato, la sua matematica compositiva leggera e semplice, legata a strutture algebriche elementari, l’ha portato a sublimi vette nelle quali non sai più se sta scrivendo musica, matematica o architettura, tanto che il paragone con Franz Liszt non solo è meritato, ma ovvio. Ah, potesse vedere questo libro l’amico Delfino Insolera, colto sublime protettore delle commistioni a tutto campo fra arti e scienze, purtroppo mai capito e considerato solo un teorico. Com’è avvincente veder suggerire concreti laboratori musicali dove la matematica appresa a scuola assume un senso per lo studente, non vacue regole che vanno assunte, spesso senza alcuna giustificazione, ma strumenti per l’organizzazione di toni, di scale, di suoni, ciò che più avvince il giovane che ama la musica. Un colpo didattico significativo e potente, che potrebbe essere una chiave di volta per l’educazione nelle due discipline, per le didattiche delle due materie: - la matematica, l’unica materia insegnata in tutto il mondo, in tutti i Paesi, più o meno uguale; - e la musica, stupidamente sottovalutata nei curricola educativi in certe nazioni, e invece veicolo potentissimo di cultura, competenza, sapere, intelligenza. Dicono tutti che anche la musica, come la matematica, sia linguaggio universale e che tale linguaggio è comune, trasversale nelle varie culture; non è proprio così: una salsa colombiana è assai diversa da una paparuda romena o da un klezmer ebraico, non solo nel risultato sonoro, ma nel significato stesso che vuole esprimere e nelle modalità di espressione; eppure, se l’insegnamento-apprendimento della musica fosse questo, visto così come si mostra in questo libro, razionale, tecnico, strumentale, intelligente, profondo, allora sì: quel che questo libro propone di didattica musicale è o potrebbe essere lo stesso dovunque. Si tratta di un connubio imbattibile, da difendere e diffondere il più possibile; nei limiti delle mie possibilità, conto di aver seguito almeno una dozzina di tesi di laurea e anche una di dottorato su questo tema delicato e invadente, a mio avviso totalizzante; ci sono momenti nei quali non sai più se quel che stai dicendo si debba ascrivere a un dominio culturale o all’altro, tanto sono simili e complementari. Poi, io sono più o meno esperto in un campo e non nell’altro, nel quale solo sono un appassionato dilettante; ma riconosco in questa immensa potenzialità didattica comune una sorta di grande bacino, un contenitore che ci permette ampi spazi di comunicazione e di giustificazione. Per questo lo trovo avvincente, per questo lo difendo, per questo apprezzo ogni sforzo in tale direzione, per questo apprezzo questo gruppo di lavoro e questo libro. Libro che, in certo qual senso, ho visto nascere, tanti anni fa, quando Doremat mi chiese di dare una mano, idee, suggerimenti, indicare possibili direzioni; cose che ho fatto, con modestia e con tanto amore, suggerendo collaborazioni e temi, sviluppi possibili e idee. Per questo apprezzo questa strada, chi la percorre, chi le dedica tempo e sapienza. Lo so che è una citazione banale, ma come non ricordare Jean Philippe Rameau (1722) nel suo Trattato dell’armonia ridotto ai suoi principi fondamentali? (Apprezzi il lettore critico il fatto che evito di citare Pitagora, che sarebbe ancora più scontato e comodo). «La musica è una scienza che deve avere regole certe: queste devono essere estratte da un principio evidente, che non può essere conosciuto senza l’aiuto della matematica. Devo ammettere che, nonostante tutta l’esperienza che ho potuto acquisire con una lunga pratica musicale, è solo con l’aiuto della matematica che le mie idee si sono sistemate, e che la luce ne ha dissipato le oscurità». Auguro a Doremat e a questo libro tutto il successo che meritano e auspico il riconoscimento degli insegnanti di matematica e di musica. Dall'Introduzione di Bruno D'Amore.

Fare Integrazione Fra Enti Locali Scuola E Comunit Xiii Convegno Dei Centri Interculturali

Author: AA. VV.
Editor: FrancoAngeli
ISBN: 8856873257
Size: 15,86 MB
Format: PDF, ePub
Read: 851
Download

2000.1346

America Indigena

Author: Sergio Botta
Editor: Edizioni Nuova Cultura
ISBN: 886134089X
Size: 14,99 MB
Format: PDF, Mobi
Read: 905
Download

INDICE: Capitolo 1 – I costumi indiani tra innocenza e bestialità Capitolo 2 – Gli abiti dei naturali Capitolo 3 – L’America e l’Utopia Capitolo 4 – Dipingere le vesti indiane Capitolo 5 – Gli abiti del “buon selvaggio”

Ludica Sacra Magica Triplice Cinta Storia Geografia E Simbolismo Del Gioco Del Filetto Con Il Censimento Aggiornato Al 2012

Author: Marisa Uberti
Editor: Marisa Uberti
ISBN: 8867554298
Size: 16,64 MB
Format: PDF
Read: 329
Download

Dagli esemplari egiziani (ma non dell'antico Egitto!) a quelli romani, dai preziosi codici miniati alla cultura popolare, dall'arte rupestre a quella moderna, dai contesti funerari alle direttrici di pellegrinaggio medievale, ritroviamo lo schema del gioco del filetto invariato nei secoli e in quasi tutto il pianeta. Nel corso degli anni sono stati prodotti censimenti frammentari e in questo libro si presenta per la prima volta un inventario aggiornato che contempla più di 2.500 esemplari, ripartiti nelle 43 nazioni inventariate, Per ciascun esemplare è stata considerata la località del ritrovamento, il contesto, la posizione, il modello, l' associazione con altri graffiti e/o incisioni, I dati sono stati sintetizzati anche in 11 grafici statistici di facile consultazione. La presente ricerca risale, con metodo rigoroso, le pieghe del passato cercando di individuare l'alba della comparsa storico.-geografica di questo schema di gioco, fino ad arrivare ai nostri giorni. Ma dalla raccolta dei dati sono emersi gli aspetti meno scontati, più profondi e misteriosi del triplice quadrato concentrico (o Triplice Cinta), che nel libro vengono esaminati alla luce di nuove ricerche e scoperte.

L Odissea Com Canti I Xii

Author: Mario Zambarbieri
Editor: LED Edizioni Universitarie
ISBN: 887916189X
Size: 11,67 MB
Format: PDF, ePub, Mobi
Read: 458
Download

Questo libro interpreta l’Odissea come una grande opera d’arte «unitaria», che solo attraverso un lungo processo compositivo ha raggiunto la forma finale e una spiccata originalità rispetto al modello. La discussione dei problemi è facilitata da un’introduzione storica sugli studi odisseici, alla quale corrisponde, alla fine dell’opera, una sintesi sui rapporti tra poema e storia, sulla composizione, i personaggi, la fortuna e la poesia dell’Odissea. Ciascun canto è studiato in tre momenti, lettura, analisi, valutazioni critiche. Il testo viene quasi integralmente tradotto in forma chiara e moderna, e interpretato sulla base di una ricognizione ad ampio raggio della filologia omerica, dai tempi di Hermann ai nostri giorni; nelle conclusioni si definisce ogni volta il valore poetico del canto e, progressivamente, delle singole tètradi di cui è idealmente composto il poema. Per amore di autenticità si cerca sempre di risalire alle fonti, documentando con chiarezza in brevi citazioni l’origine e il valore delle idee e delle notizie. Sotto questo aspetto, il libro fa la storia dell’interpretazione, perché mette in luce il contributo originale degli studiosi e delle dottrine alla comprensione della poesia omerica. La complessità dell’Odissea, «forma aperta» ad accogliere ogni aspetto della civiltà arcaica, richiede la cooperazione di diverse discipline e competenze specifiche. Sotto il profilo bibliografico, il libro presenta una selezione delle opere più geniali e più utili, nel campo di una produzione quasi sterminata. Gli indici analitici agevolano l’uso dei due volumi anche per una consultazione estemporanea.

La Figlia Della Fortuna

Author: Isabel Allende
Editor: Feltrinelli Editore
ISBN: 9788807816604
Size: 18,35 MB
Format: PDF, Kindle
Read: 568
Download

Cile, 1832: Eliza viene abbandonata ancora neonata sulla soglia di casa dei fratelli inglesi Jeremy, John e Rose Sommers, che si sono trasferiti a Valparaiso. L'eccentrica Rose insiste perché la piccola cilena venga adottata ed entri a far parte della famiglia. Eliza vive tra due mondi: le viene impartita un'educazione rigidamente anglosassone, nella speranza di un futuro sereno coronato da un buon matrimonio, e al contempo le vengono fatte conoscere dalla cuoca di casa, Mama Freisa, la vitalità, la magia e la carnalità del suo popolo. Si innamora di un giovane idealista che lavora per Jeremy, il quale parte alla ricerca di giacimenti d'oro in California. Eliza si mette sulle sue tracce e lo segue tra mille avventure e pericoli.

Dark Heroine Io Amo Un Vampiro

Author: Abigail Gibbs
Editor: Fabbri
ISBN: 8865971754
Size: 10,62 MB
Format: PDF, Docs
Read: 303
Download

L’emozionante seguito di A cena col vampiro La passione tra Violet e Kaspar è sempre più travolgente... Prima della fine il tuo cuore smetterà di battere e il tuo sangue diventerà freddo. Diventerai una vampira.