Scandali Inganni E Verit

Autore: Caroline Linden
Editore: Harper Collins Italia
ISBN: 8858953991
Grandezza: 28,11 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 6918
Scaricare Leggi Online

Inghilterra, 1822 - Abigail Weston ha tutto: è bella, brillante, ha una famiglia amorevole e quando si sposerà riceverà una delle doti più consistenti dell'intera Inghilterra. Mentre i suoi genitori sognano per lei un conte, Abigail spera di incontrare un uomo che la ami e la desideri disperatamente. Certo non immagina di trovarlo nel sonnolento villaggio di Richmond, dove suo padre ha appena acquistato una tenuta, eppure proprio qui conosce Sebastian Vane che, al contrario di lei, sembra non avere più nulla: ferito nel corpo e nello spirito dalla guerra, disprezzato da tutti e tacciato ingiustamente di essere un ladro e un assassino, vive in solitudine in una casa fatiscente. Ma Abigail vede oltre le apparenze e riconosce il suo animo nobile e puro e la sua vera bellezza, che le rapiscono il cuore e i sensi. E ha tutte le intenzioni di mostrarli anche al resto del mondo... Miniserie "The Scandalous Summerfields" - Vol. 2

Inganni Falsit E Verit Proverbi Latini Illustrati Da Atto Vannucci Socio Del R Istituto Veneto Di Scienze Lettere Ed Arti

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 14,92 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 987
Scaricare Leggi Online


Errori Che Degradano E Verit Che Consolano Eloquenza Sacra Bernardino Castaldi

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 21,31 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 5293
Scaricare Leggi Online


Gli Eretici D Italia Discorsi Storici Di Cesare Cant

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 47,41 MB
Formato: PDF
Vista: 8703
Scaricare Leggi Online


Morir Giovani

Autore: Luigi Franco Pizzolato
Editore: Paoline
ISBN: 9788831511872
Grandezza: 65,54 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 6879
Scaricare Leggi Online


Ricordi Biografici E Carteggio

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 69,22 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 6652
Scaricare Leggi Online


Ricordi Biografici E Carteggio

Autore: Vincenzo Gioberti
Editore:
ISBN:
Grandezza: 12,22 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 4849
Scaricare Leggi Online


Politecnico

Autore:
Editore:
ISBN:
Grandezza: 14,22 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 4171
Scaricare Leggi Online


Usuropoli

Autore: Antonio Giangrande
Editore: Antonio Giangrande
ISBN:
Grandezza: 38,35 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 575
Scaricare Leggi Online

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”. Aforisma di Bertolt Brecht. Bene. Tante verità soggettive e tante omertà son tasselli che la mente corrompono. Io le cerco, le filtro e nei miei libri compongo il puzzle, svelando l’immagine che dimostra la verità oggettiva censurata da interessi economici ed ideologie vetuste e criminali. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!