Seveso 1976 Oltre La Diossina

Author: Federico Robbe
Editor:
ISBN: 9788852604867
Size: 13,26 MB
Format: PDF, Docs
Read: 145
Download


L Onda Anomala Dei Media Il Rischio Ambientale Tra Realt E Rappresentazione

Author: M. Gavrila
Editor: FrancoAngeli
ISBN: 8856833050
Size: 14,93 MB
Format: PDF
Read: 731
Download


Tra Scienza E Societ

Author: Cosimo Lorè
Editor: Giuffrè Editore
ISBN: 881414253X
Size: 18,51 MB
Format: PDF, Mobi
Read: 648
Download


Seveso Trent Anni Dopo

Author: Achille Cutrera
Editor: Giuffrè Editore
ISBN: 8814131430
Size: 15,58 MB
Format: PDF, ePub, Docs
Read: 601
Download


Diossina La Verit Nascosta

Author: Paolo Rabitti
Editor: Feltrinelli Editore
ISBN: 8858805593
Size: 11,75 MB
Format: PDF, ePub, Docs
Read: 257
Download

“Caro sindaco, prima di morire devo dirlo a qualcuno: nell’inceneritore abbiamo smaltito la roba di Seveso.” Siamo a Mantova nel 2002 e chi parla è un anziano ex operaio della Montedison. È da poco deflagrata la notizia che una ricerca epidemiologica ha riscontrato tra gli abitanti della zona contigua al petrolchimico di Mantova una frequenza anomala di sarcoma dei tessuti molli, un tumore correlabile direttamente con la presenza di diossina. Ma è possibile che i resti tossici del più famoso disastro ecologico italiano siano finiti nell’inceneritore di Mantova, quando invece si è sempre sostenuto che fossero stati mandati fuori dall’Italia?Quando scoppia il caso, già da molti anni Paolo Rabitti, ingegnere mantovano, si sta specializzando nello studio e nella lotta contro le violazioni della normativa ambientale. È stato consulente di Felice Casson nel processo al petrolchimico di Porto Marghera e fa molte domande scomode sull’inquinamento a Mantova. Rabitti non si accontenta di rassicurazioni vaghe: nella sua città ci sono molti più pericoli per la salute di quello che si crede e lui vuole sapere perché. Con tenacia, competenza e passione, Rabitti si mette alla ricerca delle tracce di quella che sarebbe una terribile connessione tra Mantova e Seveso.Dalle prime indagini sull’inquinamento dell’aria di Mantova, fino alle ricerche sulla presenza di diossina nel sangue dei mantovani, passando per una completa revisione di tutto quello che si sa del disastro di Seveso, Rabitti racconta in questo libro più di un decennio di ricerche: un giallo appassionante, un’inchiesta su un mistero italiano e il romanzo di formazione di un cittadino che per difendere i beni comuni lotta con le armi della scienza, dell’indignazione e della coscienza civile.

La Mina Vagante Il Disastro Di Seveso E La Solidariet Nazionale

Author: Bruno Ziglioli
Editor: FrancoAngeli
ISBN: 8856828677
Size: 11,96 MB
Format: PDF, ePub, Docs
Read: 658
Download


Panorama

Author:
Editor:
ISBN:
Size: 13,82 MB
Format: PDF, ePub
Read: 214
Download


I Test Di Cultura Generale Eserciziario

Author:
Editor: Alpha Test
ISBN: 8848312071
Size: 10,92 MB
Format: PDF, ePub
Read: 569
Download


Milano E La Lombardia

Author: Antonio Giangrande
Editor: Antonio Giangrande
ISBN:
Size: 10,66 MB
Format: PDF, ePub, Mobi
Read: 974
Download

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”. Aforisma di Bertolt Brecht. Bene. Tante verità soggettive e tante omertà son tasselli che la mente corrompono. Io le cerco, le filtro e nei miei libri compongo il puzzle, svelando l’immagine che dimostra la verità oggettiva censurata da interessi economici ed ideologie vetuste e criminali. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!