Vertigine Della Lista

Autore: Umberto Eco
Editore:
ISBN: 9788845271427
Grandezza: 14,40 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 2009
Scaricare Leggi Online


The Infinity Of Lists

Autore: Umberto Eco
Editore: MacLehose Press
ISBN: 9781906694890
Grandezza: 22,97 MB
Formato: PDF
Vista: 7841
Scaricare Leggi Online

In the history of Western culture we find lists of saints, rosters of soldiers, catalogues of grotesque creatures or medicinal plants, and hordes of treasure. The poetics of lists can be found from Homer to Joyce, from the treasures of Gothic cathedrals to the fantastic landscapes of Bosch and cabinets of curiosities, until we get to Andy Warhol and Damien Hirst in the 20th century. This illustrated essay is accompanied by a literary anthology and a wide selection of works of art illustrating the texts presented.

Collaborative Intelligence

Autore: Marco Minghetti
Editore: Cambridge Scholars Publishing
ISBN: 1443861774
Grandezza: 28,89 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 8358
Scaricare Leggi Online

Drawing on the principles of humanistic management, the present volume intends to describe the steps to be taken to transform a company into a social organization, be it private or public. The book consists of three parts, which are preceded by an introduction to the key concepts of Management 2.0. Part I describes the five steps which are necessary for a strategic and organizational transformation, while Part II shows how the function of HRM must change to adapt management and development processes to the dynamics of collaborative work. Part III presents the most important principles and values on which new behaviors, skills, and styles of leadership 2.0 should be based. Each chapter is supplemented with case studies from a number of managers, which evinces that the processes described are feasible in Italy and have already been implemented by far-sighted employers who were able to foretell change.

La Differenziata

Autore: Salvatore Fazìa
Editore: Editrice Veneta S.a.s.
ISBN: 8884497116
Grandezza: 78,45 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 5088
Scaricare Leggi Online

I libri di Fazia sono inconfondibili, potremmo chiamarli i “blu”, così come i racconti polizieschi sono diventati “gialli” proprio per la caratteristica del colore dominante di copertina... Un blu intenso “sporcato” da un disegnino rosso, che subito osserviamo per capire che cosa rappresenti. In questo caso, una paletta raccogli polvere. Il titolo del resto è “la Differenziata” e l’allusione alla raccolta dei rifiuti è trasparente e divertente, e anche l’ironia o l’autoironia è un’altra caratteristica che riconosciamo di Fazia. Ma diciamo che in questo volume le cose semplici finiscono qui. La Differenziata è infatti un libro bellissimo quanto complesso, la cui lettura, ancorché intrigante, richiede concentrazione e pazienza. Perché l’autore non ama e non ha mai amato le cose semplici. Che disserti di filosofia o di letteratura, che contempli la natura o si lasci cullare dal ricordo, Fazìa ha il gusto della parola ricercata, della forma complessa, del pensiero che vola da un piano all’altro e poi improvvisamente si ripiega su se stesso. Prosa o poesia è lo stesso, egli usa la penna - o nel caso specifico la tastiera del computer - come il pennello di un pittore espressionista. Non è quello che vede o che è successo che conta, e nemmeno il come viene raccontato: quello che conta è lo stato d’animo, il sentimento provato nel momento in cui scrive. Ecco perché il libro, non a caso “forse” un romanzo, è un susseguirsi di capitoli brevi o lunghi scanditi non dallo scorrere degli anni e delle stagioni, ma dal trascorrere delle ore. Pomeriggi, mattinate, notti... che siano in ordine cronologico lo supponiamo, ma non ne abbiamo la prova e non ha importanza. Perché ricordi d’infanzia, dissertazioni culturali, eventi vissuti, incontri, malattie, e ancora riflessioni sul mondo affiorano in modo discontinuo così come, immaginiamo, sono venuti in mente all’autore perché la mattina si sentiva più sereno, il pomeriggio più stanco, la sera più nervoso e così via... Un libro non facile da cominciare, ma intrigante una volta che si comincia a leggere, trovando, come spiega lo stesso autore, “... l’umido e il secco, la razionalità e il sentimento, ... tutti gli ingredienti, feriali e festivi, di una buona cucina della quotidianità intellettuale”.

Possible Futures

Autore: Ana Gonçalves Magalhães
Editore: Editora Peirópolis LTDA
ISBN: 8575963546
Grandezza: 37,69 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 869
Scaricare Leggi Online

This book discusses strategies and methodologies for the storage and preservation of digital art and processes of collections digitization, also including studies on the new forms of organization and availability of information in data visualization systems. Furthermore, Possible Futures presents case studies and reflections on the rise of database aesthetics and the emerging field of information curatorship. The book was published in a copublishing agreement with Edusp.

An Introduction

Autore: Giulio Colesanti
Editore: Walter de Gruyter GmbH & Co KG
ISBN: 3110390205
Grandezza: 68,96 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 8550
Scaricare Leggi Online

Illuminating the ways ancient Greek culture placed different texts at edge of transmission remains a desideratum. Intended as a new hermeneutics to study the whole range of texts that were produced for socially relevant events in ancient Greece and to investigate the dynamics behind their inclusion or exclusion from production, diffusion and transmission, this book offers fresh approaches to ancient Greek literature and cultural history.

The Silent Life Of Things

Autore: Daniela Rogobete
Editore: Cambridge Scholars Publishing
ISBN: 1443886688
Grandezza: 22,10 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 4685
Scaricare Leggi Online

The ever-growing interest in the analysis of materiality has found its expression in many studies of objects and objecthood, of things and “thingness”. Combining cultural, phenomenological, semiotic, and philosophical approaches, this collection of eleven essays proposes a journey into “the silent life of things”, into those aspects of materiality that are not immediately visible and require both increased attention and a sense of intuition. It focuses on the subtle changes that materiality operates upon our subjectivity and upon our status as producers, users, possessors, negotiators and manipulators of objects, and analyses the ways in which materiality is constantly redefined by consumerism and the strategies it adopts in order to resist commodification. In the process, the collection explores different ways of deciphering what materiality, in its reliable concreteness or its “magical materialism”, tries to tell us: all the silent stories that “things” accumulate while circulating among people, societies and cultures; the narratives they weave when amassed, collected, archived or transformed into cultural commodities; the secrets they reveal when witnessing the gradual commodification of their owners – of their bodies, lives and souls. The Silent Life of Things: Representing and Reading Commodified Objecthood establishes a new paradigm for reading and interpreting commodified materiality, and its participation in the establishment of a new aesthetics of consumerism.

Immigrazione E Diritti Fondamentali Fra Costituzioni Nazionali Unione Europea E Diritto Internazionale

Autore: Guerino D'Ignazio
Editore: Giuffrè Editore
ISBN: 8814155151
Grandezza: 22,96 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 3664
Scaricare Leggi Online


Atlante Dell Abitare Virtuale

Autore: Maurizio Unali
Editore: Gangemi Editore Spa
ISBN: 8849278292
Grandezza: 61,26 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 8500
Scaricare Leggi Online

L’immagine di copertina è la rappresentazione visiva del progetto multipiattaforma Atlante dell’Abitare Virtuale, qui pubblicato e in rete all’indirizzo www.lineamenta.it/avc/ È un disegno-manifesto che mappa la struttura generale della ricerca, rappresentandola metaforicamente come una “città nuova in multicolor pixel” composta e strutturata dai principali temi affrontati. Una città virtuale – urbanizzata su un reticolo planimetrico di base – a cui si accede da un portale-indice volumetrico (in basso a destra del disegno), varcato il quale si entra in una caleidoscopica interconnessione di spazi abitabili in rete, alla ricerca del modus vivendi dei cittadini senza età della “post-modernità liquida”; spazi ideali, utopici, radicali, visionari, fantasy, effimeri, eccetera. Il disegno di base, così come la ricerca che rappresenta, è un organismo aperto e implementabile, che consente molteplici approfondimenti e visualizzazioni: architettura disegnata per comporre uno spazio-mondo abitabile virtualmente, trasformabile in rete, in continua evoluzione. L’immagine della città che abbiamo messo in scena è di ordine metalinguistico e in continuità con la storia ideale, utopica e radicale del disegno di architettura. Fra il simbolico e l’iconico, in un continuo rimando di metafore visive, citazioni e riferimenti concettuali e visivi, la rappresentazione espone idee e progetti liberamente tratti dalla ricerca svolta e dai suoi principali esiti didattici. Per il metodo di rappresentazione scelto (assonometria ortogonale isometrica), per la tecnica grafica utilizzata (collage, manipolazione digitale e tecniche miste), per l’estetica complessiva della composizione – ma anche per i colori, nella saturazione, nell’opacità, per le opzioni di fusione e sovrapposizione, ecc. –, l’immagine si inserisce nel caleidoscopico mondo della “Pixel Architecture”. Maurizio Unali (Roma 1960), architetto, è professore ordinario di Disegno dell’Architettura presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Ha svolto attività di ricerca e didattica presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, il Politecnico di Milano, l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Tra le pubblicazioni si ricordano: Acqua & Architettura (2011); Architettura effimera (2010); New Lineamenta (2009); Abitare virtuale significa rappresentare (2008); Show design, tra architettura e cultura rock (2007); Lo spazio digitale dell’architettura italiana (2006); La Città Virtuale (2005); Il disegno della scuola romana degli anni Venti (2003); Architettura e cultura digitale (2003); Pixel di architettura (2001); Il disegno per il progetto dell’architettura (1996). Ha scritto, inoltre, per l’Enciclopedia di Roma edita da Franco Maria Ricci e per l’Istituto della Enciclopedia Italiana fondato da G. Treccani.