Vertigine Della Lista

Autore: Umberto Eco
Editore:
ISBN:
Grandezza: 29,37 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 5220
Scaricare Leggi Online

Nell'Iliade appaiono due modi di rappresentazione. Il primo si ha quando Omero descrive lo scudo di Achille: è una forma compiuta e conchiusa in cui Vulcano ha rappresentato tutto quello che egli sapeva e che noi si sa su una città, il suo contado, le sue guerre i suoi riti pacifici. L'altro modo si manifesta quando il poeta non riesce a dire quanti e chi fossero tutti i guerrieri Achei: chiede aiuto alle muse, ma deve limitarsi al cosiddetto, e enorme, catalogo delle navi, che si conclude idealmente in un eccetera. Questo secondo modo di rappresentazione è la lista o elenco. Ci sono liste che hanno fini pratici e sono finite, come la lista di tutti i libri di una biblioteca; ma ve ne sono altre che vogliono suggerire grandezze innumerabili e che si arrestano incomplete ai confini dell'indefinito. Come mostra questo libro e l'antologia che esso raccoglie, la storia della letteratura di tutti i tempi è infinitamente ricca di liste, da Esiodo a Joyce, da Ezechiele a Gadda. Sono spesso elenchi stesi per il gusto stesso dell'enumerazione, per la cantabilità dell'elenco o, ancora, per il piacere vertiginoso di riunire tra loro elementi privi di rapporto specifico, come accade nelle cosiddette enumerazioni caotiche. Però con questo libro non si va solo alla scoperta di una forma letteraria di rado analizzata, ma si mostra anche come le arti figurative siano capaci di suggerire elenchi infiniti, anche quando la rappresentazione sembra severamente limitata dalla cornice del quadro.

The Infinity Of Lists

Autore: Umberto Eco
Editore: MacLehose Press
ISBN: 9781906694890
Grandezza: 48,18 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 2615
Scaricare Leggi Online

In the history of Western culture we find lists of saints, rosters of soldiers, catalogues of grotesque creatures or medicinal plants, and hordes of treasure. The poetics of lists can be found from Homer to Joyce, from the treasures of Gothic cathedrals to the fantastic landscapes of Bosch and cabinets of curiosities, until we get to Andy Warhol and Damien Hirst in the 20th century. This illustrated essay is accompanied by a literary anthology and a wide selection of works of art illustrating the texts presented.

Collaborative Intelligence

Autore: Marco Minghetti
Editore: Cambridge Scholars Publishing
ISBN: 1443861774
Grandezza: 12,80 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 7923
Scaricare Leggi Online

Drawing on the principles of humanistic management, the present volume intends to describe the steps to be taken to transform a company into a social organization, be it private or public. The book consists of three parts, which are preceded by an introduction to the key concepts of Management 2.0. Part I describes the five steps which are necessary for a strategic and organizational transformation, while Part II shows how the function of HRM must change to adapt management and development processes to the dynamics of collaborative work. Part III presents the most important principles and values on which new behaviors, skills, and styles of leadership 2.0 should be based. Each chapter is supplemented with case studies from a number of managers, which evinces that the processes described are feasible in Italy and have already been implemented by far-sighted employers who were able to foretell change.

Immigrazione E Diritti Fondamentali Fra Costituzioni Nazionali Unione Europea E Diritto Internazionale

Autore: Guerino D'Ignazio
Editore: Giuffrè Editore
ISBN: 8814155151
Grandezza: 61,31 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 3945
Scaricare Leggi Online


L Intelligenza Collaborativa

Autore: Marco Minghetti
Editore: EGEA spa
ISBN: 8823874939
Grandezza: 58,45 MB
Formato: PDF
Vista: 8472
Scaricare Leggi Online

Lo scientific management formalizzato da Taylor disegna un’organizzazione in cui il potere scende dall’alto, le strategie sono defi nite da un vertice ristretto, gli obiettivi assegnati e non scelti, con un sistema di comando e controllo in cui sono i senior executives ad allocare le risorse. Prima del web era diffi cile immaginare alternative a questa ortodossia manageriale, ma Internet ha determinato l’esplosione di nuove forme di vita organizzativa, in cui il coordinamento si ottiene senza centralizzazione, il potere sta nelle capacità e non nei ruoli, la conoscenza condivisa trionfa sull’autoritarismo. Le comunità spontanee intorno a specifi ci interessi aumentano le opportunità di innovazione e le performance sono valutate dai pari. La crescente disponibilità di social software (anche gratuiti) e la massiccia introduzione sul mercato di piattaforme collaborative da parte di tutti i grandi player dell’ICT rendono oggi realizzabile questa nuova visione. La social organization, intesa come un modo nuovo di fare impresa che consente a un vasto numero di persone di lavorare collettivamente – valorizzando le singole riserve di competenza, talento, creatività ed energia –, può diventare realtà. Il libro fornisce una guida strategica per affrontare il cambiamento derivante dall’utilizzo dei social media e dai processi di collaborazione emergenti dal basso: una sfi da culturale, organizzativa, strategica prima che tecnologica, che coinvolge CEO, direttori HR e ICT manager e via via tutti coloro che – con livelli di responsabilità diversi – si muovono dentro e fuori le organizzazioni. Accompagnato dalle testimonianze di top manager italiani appartenenti a diversi settori di business, il volume descrive le varie fasi della trasformazione organizzativa a livello strategico e spiega come la funzione HR debba evolvere per gestire e sviluppare il lavoro collaborativo, costruendo nuovi comportamenti, nuove competenze, nuovi stili di leadership.

Atlante Dell Abitare Virtuale

Autore: Maurizio Unali
Editore: Gangemi Editore spa
ISBN: 884929865X
Grandezza: 40,99 MB
Formato: PDF
Vista: 134
Scaricare Leggi Online

L’immagine di copertina è la rappresentazione visiva del progetto multipiattaforma Atlante dell’Abitare Virtuale, qui pubblicato e in rete all’indirizzo www.lineamenta.it/avc/ È un disegno-manifesto che mappa la struttura generale della ricerca, rappresentandola metaforicamente come una “città nuova in multicolor pixel” composta e strutturata dai principali temi affrontati. Una città virtuale – urbanizzata su un reticolo planimetrico di base – a cui si accede da un portale-indice volumetrico (in basso a destra del disegno), varcato il quale si entra in una caleidoscopica interconnessione di spazi abitabili in rete, alla ricerca del modus vivendi dei cittadini senza età della “post-modernità liquida”; spazi ideali, utopici, radicali, visionari, fantasy, effimeri, eccetera. Il disegno di base, così come la ricerca che rappresenta, è un organismo aperto e implementabile, che consente molteplici approfondimenti e visualizzazioni: architettura disegnata per comporre uno spazio-mondo abitabile virtualmente, trasformabile in rete, in continua evoluzione. L’immagine della città che abbiamo messo in scena è di ordine metalinguistico e in continuità con la storia ideale, utopica e radicale del disegno di architettura. Fra il simbolico e l’iconico, in un continuo rimando di metafore visive, citazioni e riferimenti concettuali e visivi, la rappresentazione espone idee e progetti liberamente tratti dalla ricerca svolta e dai suoi principali esiti didattici. Per il metodo di rappresentazione scelto (assonometria ortogonale isometrica), per la tecnica grafica utilizzata (collage, manipolazione digitale e tecniche miste), per l’estetica complessiva della composizione – ma anche per i colori, nella saturazione, nell’opacità, per le opzioni di fusione e sovrapposizione, ecc. –, l’immagine si inserisce nel caleidoscopico mondo della “Pixel Architecture”. Maurizio Unali (Roma 1960), architetto, è professore ordinario di Disegno dell’Architettura presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Ha svolto attività di ricerca e didattica presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, il Politecnico di Milano, l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Tra le pubblicazioni si ricordano: Acqua & Architettura (2011); Architettura effimera (2010); New Lineamenta (2009); Abitare virtuale significa rappresentare (2008); Show design, tra architettura e cultura rock (2007); Lo spazio digitale dell’architettura italiana (2006); La Città Virtuale (2005); Il disegno della scuola romana degli anni Venti (2003); Architettura e cultura digitale (2003); Pixel di architettura (2001); Il disegno per il progetto dell’architettura (1996). Ha scritto, inoltre, per l’Enciclopedia di Roma edita da Franco Maria Ricci e per l’Istituto della Enciclopedia Italiana fondato da G. Treccani.

Sette Anni Di Desiderio

Autore: Umberto Eco
Editore: Giunti
ISBN: 8858740793
Grandezza: 19,71 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 9185
Scaricare Leggi Online

Questo volume, pubblicato per la prima volta nel 1983, raccoglie interventi e articoli usciti sui principali quotidiani e riviste italiane dal 1977 al 1983. Umberto Eco, con piglio narrativo e umori satirici, mette in pratica una semiologia del quotidiano, un’attenzione all’universo dei discorsi giornalistici o politici, ai fatti di costume, secondo quella naturale vocazione "politica" di studioso dei linguaggi e delle loro mistificazioni. Ma perché porre l’accento su quei sette anni e perché di desiderio? Perché quella stagione si svolse (anche) all’insegna del desiderio: desiderio di morte, di martirio, di trasparenza, di sovrannaturale, di occulto. A tanto desiderio, e alla crisi della ragione che ne ha accompagnato il percorso, l’autore risponde con l’esercizio della ragionevolezza e dell’ironia.

Il Nome Della Rosa

Autore: Umberto Eco
Editore: Giunti
ISBN: 8858706153
Grandezza: 48,62 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 7437
Scaricare Leggi Online

“Il libro più intelligente – ma anche il più divertente – di questi ultimi anni.” Lars Gustafsson, Der Spiegel “Il libro è così ricco che permette tutti i livelli di lettura... Eco, ancora bravo!” Robert Maggiori, Libération “Brio e ironia. Eco è andato a scuola dai migliori modelli.” Richard Ellmann, The New York Review of Books “Precisamente il genere di libro che, se fossi un milionario, comanderei su misura.” Punch “Quando Baskerville e Adso entrarono nella stanza murata allo scoccare della mezzanotte e all’ultima parola del capitolo, ho sentito, anche se è fuori moda, un caratteristico sobbalzo al cuore.” Nicholas Shrimpton, The Sunday Times “È riuscito a scrivere un libro che si legge tutto d’un fiato, accattivante, comico, inatteso...” Mario Fusco, Le Monde “È un tipo di libro che ci trasforma, che sostituisce la nostra realtà con la sua... ci presenta un mondo nuovo nella tradizione di Rabelais, Cervantes, Sterne, Melville, Dostoevskij, lo stesso Joyce e García Márquez.” Kenneth Atchity, Los Angeles Times “Mi rallegro e tutto il mondo delle lettere si rallegrerà con me, che si possa diventare best seller contro i pronostici cibernetici, e che un’opera di letteratura genuina possa soppiantare il ciarpame... L’alta qualità e il successo non si escludono a vicenda.” Anthony Burgess, The Observer

Scritti Sul Pensiero Medievale

Autore: Umberto Eco
Editore: Giunti
ISBN: 8858757483
Grandezza: 38,62 MB
Formato: PDF, Kindle
Vista: 1761
Scaricare Leggi Online

“Comunque la metta, sono nato alla ricerca attraversando foreste simboliche abitate da unicorni e grifoni e comparando le strutture pinnacolari e quadrate delle cattedrali alle punte di malizia esegetica celata nelle tetragone formule delle Summulae, girovagando tra il Vico degli Strami e le navate cistercensi, affabilmente intrattenendomi con colti e fastosi monaci cluniacensi, tenuto d’occhio da un Aquinate grassoccio e razionalista, tentato da Onorio Augustoduniense, dalle sue fantastiche geografie in cui a un tempo si spiegava quare in pueritia coitus non contingat, come si arrivi all’Isola Perduta e come si catturi un basilisco muniti soltanto di uno specchietto da tasca e da incrollabile fede nel Bestiario. Questo gusto e questa passione non mi hanno mai lasciato, anche se poi ho battuto altre strade. Così il Medio Evo è rimasto, se non il mio mestiere, il mio hobby – e la mia tentazione costante, e lo vedo dovunque, in trasparenza, nelle cose di cui mi occupo, che medievali non sembrano e pur sono”

Semiotics Continues To Astonish

Autore: Paul Cobley
Editore: Walter de Gruyter
ISBN: 3110254387
Grandezza: 65,16 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 9204
Scaricare Leggi Online

Peirce's (1906) proposal that the universe as a whole, even if it does not consist exclusively of signs, is yet everywhere perfused with signs, is a thesis that better than any other sums up the life and work of Thomas A. Sebeok, "inventor" of semiotics as we know it today. Semiotics - the doctrine of signs - has a long and intriguing history that extends back well beyond the last century, two and a half millennia to Hippocrates of Cos. It ranges through the teachings of Augustine, Scholastic philosophy, the work of Peirce and Saussure. Yet a fully-fledged doctrine of signs, with many horizons for the future, was the result of Sebeok's work in the twentieth century. The massive influence of this work, as well as Sebeok's convening of semiotic projects and encouragement of a huge number of researchers globally, which, in turn, set in train countless research projects, is difficult to document and has not been assessed until now. This volume, using the testimonies of key witnesses and participants in the semiotic project, offers a picture of how Sebeok, through his development of knowledge of endosemiotics, phytosemiotics, biosemiotics and sociosemiotics, enabled semiotics in general to redraw the boundaries of science and the humanities as well as nature and culture.