Vestivamo Da Superman

Autore: Bill Bryson
Editore: Guanda
ISBN: 8823509726
Grandezza: 46,64 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 4825
Download Read Online

Cosa significa crescere nell’America degli anni Cinquanta? Molte cose sorprendenti, se a raccontarle è Bill Bryson, il brillante autore di Breve storia di (quasi) tutto, che ha il dono di saper trasformare un’infanzia felicemente normale in un percorso di formazione irto di ostacoli tragici e spassosi, nello Iowa rurale che ancora non conosce le grandi catene di centri commerciali e che ancora conserva una sua intatta, serena individualità. Popolato di luoghi e figure indimenticabili, l’ambiente familiare della tranquilla Des Moines in cui è cresciuto l’autore, persa nelle grandi pianure del Midwest, non è solo il paradigma di un’America felice, innocente e poco consapevole. È l’osservatorio privilegiato per raccontare l’involontario umorismo di una nazione che la Seconda guerra mondiale ha lasciato più ricca e più energica, ma che vive nell’ossessione dei comunisti e della bomba H, e che sembra crogiolarsi nell’ingenua convinzione che il futuro a portata di mano sarà strabiliante e colorato come in uno dei film di fantascienza di cui il giovane Bryson è appassionato spettatore. McCarthy e i fumetti, le fiere di paese e Disneyland, i primi cibi precotti e le esplosioni nucleari appena fuori Las Vegas: un catalogo di eventi e ricordi che ricostruisce con un tocco di nostalgia la stagione in cui il mondo coltivava ancora dei sogni.

The Life And Times Of The Thunderbolt Kid

Autore: Bill Bryson
Editore: Broadway Books
ISBN: 9780767926317
Grandezza: 73,20 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 5451
Download Read Online

From one of the world's most beloved writers and New York Times bestselling author of One Summer, a vivid, nostalgic, and utterly hilarious memoir of growing up in the 1950s Bill Bryson was born in the middle of the American century—1951—in the middle of the United States—Des Moines, Iowa—in the middle of the largest generation in American history—the baby boomers. As one of the best and funniest writers alive, he is perfectly positioned to mine his memories of a totally all-American childhood for 24-carat memoir gold. Like millions of his generational peers, Bill Bryson grew up with a rich fantasy life as a superhero. In his case, he ran around his house and neighborhood with an old football jersey with a thunderbolt on it and a towel about his neck that served as his cape, leaping tall buildings in a single bound and vanquishing awful evildoers (and morons)—in his head—as "The Thunderbolt Kid." Using this persona as a springboard, Bill Bryson re-creates the life of his family and his native city in the 1950s in all its transcendent normality—a life at once completely familiar to us all and as far away and unreachable as another galaxy. It was, he reminds us, a happy time, when automobiles and televisions and appliances (not to mention nuclear weapons) grew larger and more numerous with each passing year, and DDT, cigarettes, and the fallout from atmospheric testing were considered harmless or even good for you. He brings us into the life of his loving but eccentric family, including affectionate portraits of his father, a gifted sportswriter for the local paper and dedicated practitioner of isometric exercises, and OF his mother, whose job as the home furnishing editor for the same paper left her little time for practicing the domestic arts at home. The many readers of Bill Bryson’s earlier classic, A Walk in the Woods, will greet the reappearance in these pages of the immortal Stephen Katz, seen hijacking literally boxcar loads of beer. He is joined in the Bryson gallery of immortal characters by the demonically clever Willoughby brothers, who apply their scientific skills and can-do attitude to gleefully destructive ends. Warm and laugh-out-loud funny, and full of his inimitable, pitch-perfect observations, The Life and Times of the Thunderbolt Kid is as wondrous a book as Bill Bryson has ever written. It will enchant anyone who has ever been young.

L Estate In Cui Accadde Tutto

Autore: Bill Bryson
Editore: Guanda
ISBN: 8823510430
Grandezza: 57,88 MB
Formato: PDF, Docs
Vista: 3011
Download Read Online

È il maggio del 1927 e può capitare che un giovane taciturno e allampanato, Charles Lindbergh, si trasformi da un giorno all’altro da perfetto sconosciuto a eroe planetario, il primo pilota a trasvolare l’Atlantico da Long Island a Parigi, dove viene accolto da un’immensa folla festante. La sua impresa sancisce la supremazia tecnologica statunitense sul Vecchio Continente e dà inizio a una straordinaria estate in cui centinaia di migliaia di americani si accalcano negli stadi, nelle piazze, lungo le strade o nei cinema per assistere ai successi della più grande squadra di baseball mai esistita, i New York Yankees di Babe Ruth, e agli incontri di Jack Dempsey, pugile soprannominato «il massacratore», per guardare i primi film sonori prodotti da Hollywood e per seguire morbosamente i casi di cronaca più scandalosi. E poi ancora, la gente si scatena al ritmo del jazz nei locali notturni, rimane incollata alla radio per ascoltare le prime dirette sportive, osserva le città crescere ad altezze vertiginose e riempirsi di automobili... È un tripudio di energia, creatività ed entusiasmo che segnerà quell’anno cruciale e ne farà il picco radioso di un periodo irripetibile, due anni prima della Grande Depressione che spazzerà via tutto. Un eccezionale narratore... un libro ricco di storie memorabili e di personaggi strepitosi... affascinante, unico. The Guardian Pochi autori di non fiction e, a essere onesti, anche di fiction sanno utilizzare la penna come Bill Bryson. Sorprendente e divertente. The Observer Un affascinante spaccato di una stagione storica nel corso della quale l’America, più o meno consapevolmente, guidò l’ingresso nell’età contemporanea. Sunday Times

Vestivamo In Pigiamino

Autore: Bruno Ballardini
Editore: Baldini & Castoldi
ISBN: 8868656655
Grandezza: 44,41 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 3330
Download Read Online

Vestivamo in pigiamino è una piccola foto di famiglia in un interno, quello delle arti marziali italiane. Un ritratto irriverente di un gruppo talmente litigioso che non è mai riuscito ad andare d'accordo su nulla a partire dall'eredità. Potrebbe apparire un argomento destinato a pochissimi appassionati eppure in Italia il karate ha attirato nella sua prima stagione oltre settantamila praticanti arrivando a diventare un vero e proprio sport di massa con numeri che superavano quelli della pallavolo e della pallacanestro messe insieme. Così, molti hanno cominciato ad accarezzare il sogno del riconoscimento olimpico della disciplina. Ma per ben due volte c'è stato il gran rifiuto da parte del CIO perché quelli del karate non si mettevano mai d'accordo, litigavano sempre. E litigano ancora oggi dividendosi in mille scuole, sotto-scuole, federazioni, sotto-federazioni ed enti di promozione, tutti rivali fra di loro, tutti con la stessa pretesa di unificare il karate. Unificare restando divisi. Il social web poi ha messo allo scoperto tutto il folclore di questo ambiente che, prima di Internet, restava almeno isolato nelle palestre. È difficile riuscire a fare una fotografia complessiva facendoci entrare tutti. Ma Ballardini ci ha provato ugualmente restituendoci un ritratto spietato ma esilarante del karate italiano. Ecco, fermi così, sorridete!

Notizie Da Un Isoletta

Autore: Bill Bryson
Editore: Guanda
ISBN: 8823515718
Grandezza: 44,49 MB
Formato: PDF, ePub, Docs
Vista: 2314
Download Read Online

«Bryson è sicuramente un buon compagno di viaggio e un buon osservatore, con uno sguardo divertito per tutto ciò che appare eccentrico.» Mordecai Richler, autore di La versione di Barney Dopo aver vissuto per quasi vent’anni in Gran Bretagna, Bill Bryson sente che è tempo di fare le valigie e tornare negli Stati Uniti, il suo paese natale. Ma prima di lasciare l’amatissima casa nel nord dello Yorkshire, decide di dare un’ultima occhiata all’isoletta verdeggiante e gentile che per tanto tempo è stata la sua seconda patria. In sette settimane, zaino in spalla e fida cartina topografica in mano, risale da Dover a John O’Groats, in treno, in autobus e spesso (faticosamente) a piedi, riscoprendo i vizi privati, le pubbliche virtù e la sorprendente varietà naturalistica e architettonica di un paese intimo e accogliente, ricco di storia, gloria e bizzarrie. Ogni cosa, grande o piccola, buona o cattiva, cattura lo sguardo, il cuore e la mente di questo viaggiatore d’eccezione: il tempo, i paesaggi, i nomi, gli accenti, i politici, i tassisti, i giornali della sera e il palinsesto della BBC, le brutture di Oxford e le bellezze di Glasgow, la decadenza del porto di Liv¬erpool e le stranezze della cartina della metropolitana di Londra... Notizie da un’isoletta è il racconto di questo viaggio di commiato, una corposa e inedita istantanea della Gran Bretagna, che Bryson compone, come sempre, con irresistibile humour, insaziabile curiosità e rara sensibilità.

Piccola Grande Isola

Autore: Bill Bryson
Editore: Guanda
ISBN: 882351617X
Grandezza: 17,93 MB
Formato: PDF
Vista: 6426
Download Read Online

Un best seller in Gran Bretagna «Da non leggersi in pubblico: causa risate rumorose e scomposte...» THE TIMES «Bryson è un buon compagno di viaggio e un grande osservatore, con uno sguardo divertito per tutto ciò che appare eccentrico. » Mordecai Richler A vent’anni da Notizie da un’isoletta, Bill Bryson parte per un nuovo viaggio attraverso la Gran Bretagna. Questa volta si inventa un percorso che è anche una sfida: la Bryson Line, la linea retta più lunga che si possa tracciare tra due località britanniche, partendo dal suo estremo meridionale, Bognor Regis, una sonnacchiosa cittadina marittima sulla Manica, per risalire fin sulla punta della Scozia, a Cape Wrath, dove un faro solitario osserva le acque tempestose in cui si incontrano l’Atlantico e il Mare del Nord. Lungo il tragitto, concedendosi qualche deviazione, passa dal tripudio di grattacieli di Londra alla nostalgica decadenza dei centri turistici costieri, dai pascoli immacolati del Sussex alle gloriose fabbriche inglesi in cui ebbe inizio la Rivoluzione industriale, dalla selvaggia brughiera scozzese ai deliziosi laghetti del Nord dell’Inghilterra, osservando estasiato il miracoloso equilibrio tra natura e intervento umano, tra creatività e pragmatismo, che ha fatto del paesaggio britannico una sorta di giardino paradisiaco, il luogo ideale per un’esistenza felice. E intanto il viaggio attraverso l’amato paese adottivo diviene per l’autore un pretesto per dar sfogo alla sua inesauribile vena affabulatoria, ripercorrere aneddoti storici e personali e raccontare con irresistibile comicità gli incontri più disparati. Ma soprattutto, con bonario sarcasmo, Bryson ci mette in guardia dal rischio che un patrimonio secolare venga travolto dall’incuria, dall’avidità e dall’inesorabile omologazione che caratterizza la nostra epoca.

Breve Storia Della Vita Privata

Autore: Bill Bryson
Editore: Guanda
ISBN: 8823509696
Grandezza: 77,22 MB
Formato: PDF, ePub, Mobi
Vista: 6215
Download Read Online

Uno dei più amati autori di libri di viaggio alle prese con un itinerario a dir poco insolito: l’esplorazione della sua dimora inglese, un’ex canonica vittoriana situata in uno sperduto villaggio del Norfolk. La sfida, condotta con divertita maestria, è quella di posare su quanto ci circonda – ambienti, pezzi d’arredamento, utensili e dettagli all’apparenza insignificanti – uno sguardo diverso, attento e capace di svelarci la loro più intima natura di stratificati e misteriosi depositi di Storia. Perché, avverte Bill Bryson, anche se non ce ne rendiamo conto, a casa nostra, in un modo o nell’altro, finisce in realtà «qualunque cosa succeda nel mondo, qualsiasi cosa venga scoperta, creata o aspramente contesa». Il nostro microcosmo domestico, fatto di sale da pranzo, camere da letto, bagni, ma anche di dispense, ripostigli, saliere, trappole per topi, interruttori della luce, diventa così un accesso privilegiato per capire com’è cambiato, negli ultimi centocinquant’anni, il nostro rapporto con il sonno, il cibo, il sesso, le malattie, la vita di coppia e l’educazione dei figli. E da letti, divani e giardini di casa fino allo scorbuto, la torre Eiffel, le invenzioni paesaggistiche di Capability Brown o i viaggi avventurosi del capitano Cook, il passo è assai più breve di quanto avremmo mai immaginato, e il percorso – non privo di qualche rapida incursione in tempi assai remoti – ricco di bellissime sorprese e di continue scoperte.

Notizie Da Un Grande Paese

Autore: Bill Bryson
Editore: Guanda
ISBN: 8823518571
Grandezza: 63,47 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 1120
Download Read Online

Dopo aver vissuto in Inghilterra per quasi vent’anni, Bill Bryson decide di tornare con la famiglia negli Stati Uniti, dove è nato e cresciuto. Ma lo scarto tra l’America che aveva lasciato da ragazzo, quella che lo accoglie e le abitudini acquisite in un altro paese lo colpisce con la forza di un terremoto. Ogni giorno, suo malgrado, affronta piccole e grandi sfide, dovute alle differenze culturali e linguistiche fra i paesi, che lo lasciano sconcertato e allo stesso tempo divertito: tutte le cose che ha dovuto fare da adulto infatti – dalle più banali, come i piccoli lavori di manutenzione in casa, a quelle più importanti, come mettere al mondo dei figli o sottoscrivere un fondo pensione… – hanno avuto come sfondo la Gran Bretagna e in America tutto è simile ma anche profondamente diverso, oppure è cambiato nel corso degli anni. Ecco allora le incomprensioni dal ferramenta su come sia più corretto chiamare i tasselli per le mensole, l’incredulità davanti all’ossessione tutta americana per l’aria condizionata o il profondo rispetto per le regole (per cui si può essere redarguiti in un diner vuoto se ci si siede senza aver aspettato le indicazioni della cameriera, come intimato dal cartello all’entrata). Notizie da un grande paese è il racconto tragicomico del ricongiungimento con la terra natia, e una lettera d’amore al focolare ritrovato.

Il Mondo Un Teatro

Autore: Bill Bryson
Editore: Guanda
ISBN: 8823509718
Grandezza: 55,27 MB
Formato: PDF, ePub
Vista: 6370
Download Read Online

LA VITA E L’EPOCA DI WILLIAM SHAKESPEARE Del sommo poeta inglese, forse il più grande autore di ogni tempo e luogo, ci restano 884.647 parole (ma solo quattordici scritte di suo pugno). Molte meno sono le informazioni che abbiamo sulla sua vita, quasi nulla possiamo affermare con certezza riguardo alla sua personalità, forse non possediamo nemmeno un suo ritratto autentico e quindi, in teoria, non sappiamo che faccia avesse. Alcuni studiosi hanno persino dubitato della sua esistenza: «È una sorta di equivalente letterario dell’elettrone: è lì ma non è lì». Eppure su William Shakespeare, sulla sua vita e sul suo tempo, sono stati versati fiumi di inchiostro che hanno alimentato innumerevoli polemiche e strabilianti congetture. Bill Bryson, attingendo al guazzabuglio di curiosità che ruotano intorno alla figura del bardo, ci offre oggi uno Shakespeare mai raccontato e un delizioso affresco della vita londinese nel periodo elisabettiano, in cui i teatri, sempre affollati, aprivano alle due del pomeriggio, il biglietto d’ingresso costava un penny e per gli spettatori più golosi erano in vendita birra, pan di zenzero, noci, mele e pere «che potevano trasformarsi in missili nei momenti di delusione». E, con la consueta abilità di scrittura, ricostruisce non solo la biografia di un uomo, ma anche un’epoca di intensa temperie culturale e grande libertà di pensiero: il racconto, rigoroso e divertente a un tempo, della vita di persone che «sei giorni alla settimana si riunivano, si travestivano, si truccavano per donare al mondo alcune delle più sublimi e irripetibili ore di piacere mai sperimentato».

Una Passeggiata Nei Boschi

Autore: Bill Bryson
Editore: Guanda
ISBN: 882351391X
Grandezza: 13,77 MB
Formato: PDF, Mobi
Vista: 1907
Download Read Online

DA QUESTO LIBRO IL FILM DIRETTO E INTERPRETATO DA ROBERT REDFORD, CON NICK NOLTE E EMMA THOMPSON «Da strangolarsi dalle risate.» Washington Post «Seriamente divertente.» The Sunday Times «Se non potete farlo davvero, il miglior modo di fuggire nella natura selvaggia è leggere Una passeggiata nei boschi... Bill Bryson ha raccolto questa sfida con entusiasmo e una buona dose di ironia... un libro divertente, esilarante.» The New York Times L’Appalachian Trail, che dalla Georgia al Maine taglia quattordici stati americani snodandosi per oltre 3400 chilometri, è il capostipite di tutti i sentieri a lunga percorrenza e dimora di una delle più grandiose foreste della zona temperata del globo. All’età di quarantaquattro anni Bill Bryson, in compagnia dell’amico Stephen Katz – decisamente sovrappeso e fuori forma – si cimenta nell’impresa di percorrere il leggendario sentiero. Nessuno di loro ha la minima cognizione delle norme elementari di sopravvivenza nella natura selvaggia, e l’escursione dei due cittadini, abituati a camminare nei civilizzatissimi spazi dei centri commerciali, si svolge al-l’insegna di una divertita incoscienza, tra spassosi contrattempi, bufere di neve, nugoli di insetti spietati, incontri con animali selvatici e con l’improbabile umanità che popola il sentiero. Scritto in una prosa lieve e spigliata, arricchito da documentate digressioni dell’autore e da un umorismo che talvolta sconfina nella satira di costume, Una passeggiata nei boschi è un originalissimo libro di viaggio, nel segno della scoperta e del divertimento. chilometri, è il capostipite di tutti i sentieri a lunga percorrenza e dimora di una delle più grandiose foreste della zona temperata del globo. All’età di quarantaquattro anni Bill Bryson, in compagnia dell’amico Stephen Katz – decisamente sovrappeso e fuori forma – si cimenta nell’impresa di percorrere il leggendario sentiero. Nessuno di loro ha la minima cognizione delle norme elementari di sopravvivenza nella natura selvaggia, e l’escursione dei due cittadini, abituati a camminare nei civilizzatissimi spazi dei centri commerciali, si svolge al-l’insegna di una divertita incoscienza, tra spassosi contrattempi, bufere di neve, nugoli di insetti spietati, incontri con animali selvatici e con l’improbabile umanità che popola il sentiero. Scritto in una prosa lieve e spigliata, arricchito da documentate digressioni dell’autore e da un umorismo che talvolta sconfina nella satira di costume, Una passeggiata nei boschi è un originalissimo libro di viaggio, nel segno della scoperta e del divertimento.